FAQ Certificazione Energetica - Domande Frequenti - CERTO edilizia

COSA FACCIAMO PER TE

In questa pagina ti raccontiamo come lavoriamo. Tramite le nostre risposte alle domande più frequenti potrai capire come:

  • ti aiutiamo a districarti tra i mille documenti che servono per affittare o vendere un appartamento
  • affrontiamo le problematiche più comuni, come gestire un’urgenza

Ogni risposta è anche un piccolo consiglio per te in base ai nostri 7 anni di esperienza e alle oltre 4000 pratiche che abbiamo elaborato finora
perchè vogliamo che i nostri clienti siano consapevoli di cosa devono aspettarsi in termini di fattibilità, tempi e costi.

 

Lavoro sempre e ho difficoltà a fissare l’appuntamento del sopralluogo

“Spesso sono fuori casa per lavoro, ho disponibilità solo il Venerdì”

Abbiamo sette tecnici nel nostro staff che sono sempre a disposizione per rilievi a Bologna e provincia in molte fasce orarie, dalla mattina presto alla sera.
Ogni appuntamento lo fissiamo concordandolo con chi ci ospiterà per il tempo necessario per fare alcune foto e prendere le misure.
Dunque, se lavori fino a tardi o abiti fuori città, non temere, un giorno e un orario per venire a fare il rilievo lo troviamo e, anche, in tempi brevi.

 

Rosita, clienteIl mio APE è scaduto

“Ho trovato un affittuario per il mio immobile a Casalecchio ma mi sono accorto, solo ora, a tre giorni dalla data fissata per redigere il contratto d’affitto, che il mio APE non è più valido.”

Solitamente, impieghiamo dai 7 ai 10 giorni, dalla data del rilievo, per elaborare e consegnare la certificazione energetica. In caso d’urgenza, però, con un piccolo sovrapprezzo, riusciamo a consegnarlo in tempi più brevi. E se sei già stato nostro cliente potrai avere il tuo nuovo APE a un prezzo speciale.

 

Maria, clienteNon ho ancora un acquirente

“Vorrei vendere la casa che ho ricevuto, in eredità, da mia nonna, so che mi servirà la Relazione Tecnica Integrata ma non ho ancora un acquirente. Forse è presto per richiederla…”

Una delle fasi più importanti della Relazione Tecnica Integrata, e anche la più lunga, è quella del reperimento della documentazione dell’immobile. Il Comune di Bologna e quelli della provincia, infatti, impiegano circa 60 giorni per consegnarci la documentazione richiesta con l’accesso agli atti.
Dunque, prima presentiamo la richiesta al Comune e prima potremo consegnarti la Relazione che ti permette di concludere il rogito. Se consideri che il tuo immobile potrebbe risultare non conforme e che non tutti gli acquirenti hanno la pazienza di aspettare non è mai troppo presto per richiedere la Relazione Tecnica.

 

Alessio, clienteHo paura che il mio immobile non sia conforme

“E se il mio immobile non risultasse conforme? Che succederà? Quanto tempo dovrà passare prima di poter fare il rogito?”

Se dalla nostra analisi della documentazione risultasse che il tuo immobile, come accade in 70 casi su 100 a Bologna, non è conforme ti faremo subito un nuovo preventivo delle spese che dovrai sostenere per la pratica edilizia, necessaria per sanare le difformità, e per pagare l’eventuale sanzione al Comune.
I tempi per elaborare una pratica edilizia sono di circa 30 giorni lavorativi. Ma possono cambiare in base al tipo di pratica.
Oltre a dirti i costi ti daremo delle indicazioni per poter fissare il rogito e non rischiare di andare incontro a spiacevoli clausole contrattuali o all’annullamento del rogito.

 

Gliulia, clienteNon so se devo aggiornare l’APE

“Ho da poco ristrutturato il mio appartamento a Zola Predosa e ora vorrei affittarlo. Nel 2015 ho fatto fare la certificazione energetica, è ancora valida?”

L’APE del 2015 potrebbe non essere più valido perché con la ristrutturazione potrebbe essere cambiata la prestazione energetica dell’appartamento. Servirà, quindi, rifare il calcolo per capire se la classe energetica dell’appartamento è cambiata.
Se sei già stato nostro cliente potrai aggiornare il tuo APE a un prezzo più basso.

 

Alessandro, clienteSto per iniziare la ristrutturazione del mio appartamento

“A breve vorrei iniziare la ristrutturazione del mio appartamento a Casalecchio. Vorrei cambiare gli infissi, togliere una parte del muro che separa il soggiorno dalla cucina…Quali documenti mi servono per poter far partire i lavori?”

Per iniziare dei lavori serve sempre presentare una pratica edilizia. In questo caso, visto che ci saranno lavori sulla struttura dell’edificio servirà una SCIA a cui andranno allegati la planimetria dello stato di fatto, quella dello stato di progetto… La prima cosa da fare è, però, un accesso agli atti per capire se è un immobile vincolato e quanto si può agire su di esso. Oltre ad aiutarti con le scartoffie della parte tecnica potremo anche seguire, per te, i lavori.

 

Veronica, clienteHo il compromesso – o preliminare di vendita- a breve

“Ho il compromesso, per la vendita del mio appartamento in centro, a Bologna, tra 10 giorni e il notaio mi ha chiesto di portargli la Relazione che attesta la conformità urbanistica e catastale del mio appartamento. Io, però, non c’è l’ho ancora. Come posso fare per avere la Relazione Tecnica Integrata?”

Visti i tempi Comunali (60 giorni) per fornire la documentazione da analizzare per verificare la conformità, è impossibile elaborare la Relazione Tecnica Integrata in 10 giorni.
Ma possiamo far partire subito la richiesta di accesso agli atti del Comune e, se non ce l’hai ancora, elaborare l’APE e consegnartelo in tempo per il compromesso.
Possiamo anche darti un’idea del tempo che potrebbe servire per ottenere la Relazione Tecnica Integrata tenendo conto dei vari possibili esiti.

 

Giorgio, clienteVorrei pagare bollette di luce e gas con importi più bassi

“Durante la manutenzione annuale il tecnico della caldaia mi ha detto che la caldaia a gas sta consumando di più e mi ha consigliato di sostituirla con una a condensazione. Mi ha anche parlato della possibilità di accedere a degli incentivi statali. Vorrei essere sicuro che con la nuova caldaia i consumi si abbasseranno e che avrò diritto alla detrazione.”

Fino al 31 Dicembre 2018 se cambi la caldaia a gas con una a condensazione hai diritto a una detrazione del 65% sulle spese per l’intervento. Rientrano nella detrazione anche il montaggio delle valvole per il monitoraggio dei consumi e l’eventuale cambio dei sistemi di emissione. Tramite dei calcoli possiamo dirti come cambieranno i consumi e che costi avrai dopo l’intervento. Verifichiamo anche che l’intervento ti permetta di accedere alla detrazione e presentiamo la pratica all’ENEA.
Possiamo aiutarti anche per tutti gli altri interventi che danno accesso alla detrazione del 65% come l’applicazione di un cappotto esterno sulla facciata o la coibentazione del tuo sottotetto.

 


CERTO edilizia energetica Bologna

CERTO edilizia energetica fa parte di Gruppo EDEN

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy