Legge di Bilancio 2018: l’analisi e le proposte di ANCE - CERTO edilizia energetica

Legge di Bilancio 2018: l’analisi e le proposte di ANCE

Legge di Bilancio 2018: l’analisi e le proposte di ANCE

le proposte di ANCE per la legge bilancio 2018

In un precedente articolo ti abbiamo parlato dell’approvazione della prima bozza della Legge di Bilancio 2018. Tra le analisi più interessanti, fatte su questa prima bozza, c’è quella di ANCE, Associazione Nazionale Costruttori Edili.

Il 6 novembre ANCE ha inviato una delegazione presso le Commissioni Bilancio del Senato e della Camera dei Deputati. Riportiamo qui cosa è emerso dall’audizione: le “critiche” alla legge e le proposte di ANCE.

L’audizione dell’ANCE è iniziata con questa considerazione:  il settore delle costruzioni è ancora in negativo e la disoccupazione è crescente. Per il prossimo anno però, si può prevedere che ci sia una ripresa del settore grazie agli incentivi fiscali di sismabonus ed ecobonus.

L’analisi di ANCE

L’ANCE vede positivamente che il Governo preveda per il 2018 un rilancio degli investimenti pubblici e un aiuto per gli investimenti dei ComunI. Ciò nonostante, ritiene, che serve una mossa più decisa per generare davvero una ripresa del settore.

E’ per questo che l’ANCE ha fatto delle proposte che migliorino il processo di realizzazione delle opere pubbliche.

Le maggiori perplessità di ANCE riguardano, nello specifico, l’ecobonus e il sismabonus.

Positiva la proroga dell’ecobonus per il 2018 e la possibilità di usare la modalità “cessione del credito” per tutti i contribuenti, compresi quelli incapienti.

Positiva la possibilità di avere detrazione IRPEF per quanto riguarda la stipula di polizze assicurative che tutelano dal rischio sismico. Sarebbe, infatti, la dimostrazione che si è consapevoli che il rischio è reale e si cerca di mettersi al riparo.

A differenza dell’ecobonus, il sismabonus rimane escluso dal meccanismo della “cessione del credito”.  Ciò va in contrasto con il tentativo di eseguire diagnosi per evitare futuri terremoti.

Le proposte di ANCE

Vediamo ora quali sono state le proposte di ANCE:

  • la proroga fino al 2020 della detrazione Irpef commisurata al 50% dell’IVA  per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B;
  • l’estensione della detrazione Irpef 75%/85% alle zone a rischio sismico 2 e 3 sul prezzo di vendita per l’acquisto di case antisismiche o ristrutturazione immobiliare;
  • la rimodulazione dei benefici fiscali “ecobonus” e “sismabonus” a seconda dell’immobile su cui s’interviene.

L’auspicio di ANCE è di riuscire, applicando queste proposte a dare una spinta al processo di riqualificazione e rigenerazione del patrimonio edilizio italiano.

Per saperne di più sull’audizione dell’ANCE visita il  portale ufficiale ANCE.

Per non perderti nessuna novità continua a seguirci, iscriviti alla newsletter!

E ricorda che per qualsiasi info/dubbio o chiarimento puoi contattarci tramite telefono, chat, email o compilando il form sottostante.

 

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
(Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Stai per comprare una casa da ristrutturare? Scarica la checklist con le domande da fare al sopralluogo.
Ci teniamo alla tua privacy.