Pompe di calore per il raffrescamento estivo - CERTO edilizia energetica

Pompe di calore per il raffrescamento estivo

Pompe di calore per il raffrescamento estivo

pompe di calore per il raffreddamento estivo

Cos’è una pompa di calore, come funziona, quando conviene installarla

pompe di calore per il raffreddamento estivo

 

Arriva l’estate e inizia il caldo torrido e insopportabile, e forse qualcuno di voi starà pensando che questo è l’anno buono per installare finalmente un condizionatore. In questo post  vi spiegheremo cos’è un condizionatore, come funziona e come si può risparmiare energia utilizzandolo correttamente.

I modelli e le marche di pompe di calore – questo è il nome tecnico dei “condizionatori” fissi a cui siamo abituati – in commercio sono tanti, quasi tutti accomunati dai medesimi componenti e da un funzionamento analogo. Vi siete mai chiesti cos’è una pompa di calore, come funziona, da quali componenti è composta e quando conviene installarla?

La pompa di calore è una macchina che trasferisce il calore da un ambiente a temperatura più bassa ad un altro a temperatura più alta. Il suo scopo è quello di mantenere la temperatura dell’ambiente gradevole. Il comfort a cui siamo abituati è determinato dalla combinazione di 3 fattori: umidità, temperatura e distribuzione dell’aria ed è proprio qui che agisce il condizionatore mantenendo questi fattori ad un livello di comfort ottimale per l’uomo.  Ciò avviene attraverso la capacità di controllare la temperatura, l’umidità, la distribuzione e la pulizia dell’aria presente in una stanza.

La pompa di calore per poter controllare i tre fattori appena descritti è costituita da un circuito chiuso, percorso da uno speciale fluido (frigorigeno) che in base alle condizioni di temperatura e di pressione in cui si trova, può avere uno stato di liquido o di vapore.

Il circuito del climatizzatore è costituito da quattro componenti principali:

• un compressore

• un condensatore

• una valvola di espansione

• un evaporatore

Questi elementi costituiscono il ciclo della pompa di calore: fornendo energia con il compressore al fluido frigorigeno questo, nell’evaporatore, assorbe calore dall’ambiente da rinfrescare (casa vostra, ad esempio) e, tramite il condensatore, lo cede ad un ambiente più caldo (l’esterno).

Ma attenzione: non pensate al condizionatore come ad un macchinario esclusivamente estivo: una volta installata una pompa di calore è infatti possibile utilizzarla non solo in estate, ma anche in inverno e ancor più nelle mezze stagioni! Vediamo meglio come.

Il condizionatore può essere installato e usato sia per il raffrescamento estivo, scopo per il quale questi macchinari sono nati, sia per il riscaldamento invernale, utilizzo sempre più diffuso e ormai prevalente negli edifici di nuova costruzione. Anche per gli edifici esistenti e già dotati di un impianti di riscaldamento, comunque, la pompa di calore può andare a supporto dell’impianto di riscaldamento per ridurne i consumi: questo è vero in particolare nelle mezze stagioni, quando la pompa di calore lavora alla massima efficienza e il suo utilizzo per il riscaldamento risulta essere più conveniente della tradizionale caldaia alimentata a metano.

Non solo: l’installazione della pompa di calore permette di accedere anche all’incentivo del 50% per chi la installa ex novo e alle detrazioni fiscali del 65% per chi sostituisce la vecchia caldaia con una pompa di calore, che da sola si fa carico sia del riscaldamento invernale che del raffrescamento estivo.

Installare una pompa di calore è una scelta che viene di solito presa in estate, quando il caldo fa nascere l’esigenza del condizionatore. In realtà questo macchinario ha delle potenzialità di risparmio energetico molto elevate anche per il riscaldamento invernale, soprattutto in autunno e in primavera quando le temperature oscillano attorno ai 10 gradi, variando molto da un giorno all’altro, e tenere acceso un impianto tradizionale comporta elevati consumi energetici. Prima di scegliere tra le tante opzioni che offre il mercato fate una chiacchierata con un tecnico: vi saprà indirizzare verso l’opzione più adatta alla vostra casa e al modo in cui la usate, per ottimizzare l’investimento e risparmiare energia!

Non perderti le prossime novità del mondo dell’edilizia! Continua a seguirci. Iscriviti alla newsletter!

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Emanuele Pifferi
Emanuele Pifferi
Ingegnere Edile, Responsabile Tecnico, mi occupo inoltre delle certificazioni e diagnosi energetiche

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy