Comunicazione ENEA ristrutturazioni 2019 - CERTO edilizia energetica

Comunicazione ENEA ristrutturazioni 2019

comunicazione enea ristrutturazioni

Prima era obbligatorio inviare la comunicazione dei lavori di efficientamento energetico eseguiti solo se si voleva accedere alle detrazioni.
Con la Legge di Bilancio 2018 la comunicazione dev’essere inviata anche nel caso in cui effettui delle ristrutturazioni.

Questo nuovo obbligo è stato introdotto già ad inizio gennaio, ma come sparai, il sito dell’ENEA a cui inviare le comunicazioni non era ancora attivo.
Il sito, infatti, è stato attivato a settembre 2018. È da allora è entrato, davvero, in vigore l’obbligo dell’invio della comunicazione all’ENEA anche in caso di lavori di ristrutturazione.

Lo scopo dell’invio della comunicazione, a differenza di quanto succede per l’ecobonus,
non è l’accesso alle detrazioni ma il contributo alla raccolta dei dati riguardo alla misurazione  dell’impatto energetico.

Chi presenta la comunicazione

La comunicazione ENEA per i lavori di ristrutturazione può essere compilata e inviata da te o dal tecnico che incarichi.

Visto che il sito è stato reso disponibile da settembre 2018 è stato stabilito un nuovo termine per la presentazione delle comunicazioni ENEA.
Solitamente, infatti, c’è l’obbligo di presentare la comunicazione entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Nel caso in cui la comunicazione non venisse presentata nei tempi previsti dalla legge, potrai comunque presentarla pagando una sanzione.
Se avessi, invece, fatto degli errori, nel compilare la domanda, hai tempo fino al 31 ottobre 2019 per fare richiesta di rettifica.

Come dicevamo prima, l’obbligo della comunicazione c’è sempre nei casi in cui vuoi accedere alle detrazioni, come per esempio l’ecobonus.
Vediamo quali sono i lavori per cui è obbligatorio fare la comunicazione ENEA:

  • manutenzione straordinaria
  • restauro e risanamento conservativo
  • ristrutturazione edilizia

Ricapitolando:
anche quando fai una ristrutturazione, e non richiedi l’accesso alle detrazioni, devi comunque comunicare i lavori eseguiti all’ENEA.
Per i lavori eseguiti prima di settembre 2018 il termine dei 90 giorni scade il 31 novembre 2018.
Per i lavori successivi il conteggio si fa, come previsto dalla legge, entro i 90 giorni dalla fine dei lavori.

Detrazioni 50% e 65%

Ne approfittiamo per ricordarti che c’è ancora tempo per fare i lavori che ti permettono di accedere alle detrazioni del 50 e del 65%.
In molti casi puoi compilare e inviare tu stesso la comunicazione all’ENEA.
Se, però, ad esempio, si tratta di lavori sulle parti opache avrai bisogno del supporto di un tecnico che si occuperà di fare il calcolo
per verificare che hai raggiunti i valori previsti dalla legge perché si possa parlare di risparmio energetico.

In ogni caso sappi che noi ci occupiamo di richieste di detrazioni del 65% da oltre 7 anni.
Di recente, in particolare, ci siamo occupati di detrazioni  per il cambio della caldaia e per la coibentazione di un sottotetto.

Finita la pratica elaboreremo per te anche il nuovo APE con la nuova classe energetica raggiunta grazie all’intervento.
E se non se non hai ancora deciso se fare i lavori perché non sai se riuscirai a raggiungere i valori che ti permettono di accedere alla detrazione,
contattaci. Ti faremo una consulenza personalizzata con cui sapremo dirti se avrai accesso alla detrazione.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy