Intervista alla professional organizer Lorenza Accardo - CERTO edilizia energetica

Intervista alla professional organizer Lorenza Accardo

Intervista alla professional organizer Lorenza Accardo

idee per traslocare

Con questo articolo inauguriamo un nuovo filone di post dedicati a te che stai per cambiare casa. Impacchettare tutto, trasferirsi e organizzare la propria vita in una casa nuova non è semplice. Ecco perché abbiamo chiesto a Lorenza Accardo – professional organizer bolognese che fa parte dell’Associazione Nazionale A.P.O.I. – alcune idee per traslocare senza stress. Lorenza, infatti, è un’esperta nella riorganizzazione della casa, specializzata in space clearing e decluttering, che aiuta le persone ad organizzare la casa sia prima sia dopo il trasloco.

I consigli di Lorenza Accardo per traslocare senza stress

  • CERTO: Ciao Lorenza, raccontaci un po’ di te e di cosa fa una professional organizer.
  • Lorenza: Ciao e grazie per questa intervista. Mi occupo di organizzazione personale da diversi anni, soprattutto in ambito domestico e dello stile di vita. La mia professione è nata negli anni ’80 negli Stati Uniti quindi non recentemente come molti credono. È una professione strettamente legata al benessere della persona e degli spazi in cui vive. Catherin Roster, ricercatrice dell’Università nel New Mexico che insieme ai colleghi, nel 2016, ha esaminato l’insieme di relazioni tra il disordine nella casa e il benessere soggettivo, dice che “La casa non è solo una dimora fisica in cui si vive, ma in generale la più ampia costellazione di esperienze, significati e situazioni che sono modellati e plasmati dallo stile di vita di una persona”.Personalmente condivido appieno questa citazione perché sono convinta che il benessere delle persone legato allo spazio sia importantissimo e rispecchi il carattere e la personalità di chi lo occupa. Le persone si identificano molto con l’ambiente domestico, il cosiddetto clutter (ingombro) interferisce con il piacere di vivere all’interno della propria casa in quanto “la navigazione” al suo interno diventa difficile.

Come arrivare pronti al trasloco

  • CERTOCosa consigli di fare a chi sta per traslocare in una casa nuova per non farsi prendere dallo stress? Ci sono delle tecniche per arrivare pronti al momento in cui si cambia casa?
  • LorenzaIl trasloco è un momento importante di cambiamento. Chi trasloca spesso lo fa per motivi legati al lavoro, ai sentimenti, o a cambiamenti di stile di vita e di abitudini, oltre che per un lutto. È un passaggio delicato, a volte una incognita sul futuro quindi richiede una lunga preparazione. Il segreto per arrivare pronti al momento fatidico è “programmare il più possibile e farlo con largo anticipo“, per avere il tempo di gestire eventuali intoppi o ritardi e per avere la possibilità di gestire al meglio le nostre energie – energie che sappiamo essere esauribili nonostante ci crediamo dei supereroi.Scrivere liste divise per argomenti, con tempi scanditi da scadenze può essere un inizio. Non abusiamo della nostra mente, che spesso ci inganna, ma scriviamo il più possibile per liberarla. Per quanto riguarda la fase pratica del trasloco il consiglio che do sempre è quello di attribuire un colore per ogni stanza, oltre alla dicitura stessa dello spazio (cucina, salotto, ecc..) per poi riportarlo su ogni singolo scatolone, in modo da riconoscerli subito all’arrivo nella nuova dimora e per dare la possibilità ai traslocatori di scaricarli già nella stanza giusta. L’impacchettamento degli oggetti va fatto con anticipo dopo aver acquistato scatoloni mirati a seconda di quello che dovranno contenere. Ci sono, ad esempio, per scatoloni appositi per riporre i vestiti che danno la possibilità di utilizzare le nostre grucce.

Tecniche per non vivere in una casa invasa da pacchetti

  • CERTO: Quali consigli daresti a una famiglia per affrontare il momento del trasloco in serenità? Ci sono delle tecniche per non ritrovarsi a vivere per settimane in una casa nuova invasa da pacchi da disfare?
  • Lorenza: Beh, qui arriviamo al core business del mio lavoro, e ne parlo volentieri perché è una fase importantissima del trasloco. Il decluttering pre-trasloco è fon-da-men-ta-le per non essere costretti a riprogettare nella nuova casa oggetti, accessori, vestiti inutili, che non ci rispecchiano più, rotti o rovinati. Il decluttering è una tecnica che serve per liberare gli spazi della casa da tutto il superfluo, da tutte quelle zavorre che ci portiamo dietro da anni senza aver valutato correttamente se erano ancora importanti, oggettivamente utili e funzionali per il nostro benessere.Fare decluttering prima del trasloco aiuta a diminuire la quantità di cose da trasferire, vista anche la grande confusione che regna nella casa in fase di preparazione e la conseguente stanchezza che ne deriva. Diminuire il volume delle cose limiterà il lavoro del post trasloco. Arrivati nella nuova casa, seppur stanchi per via del trasferimento, è bene non lasciare passare troppo tempo nel riporre le cose al loro posto. Questo dovrebbe diventare un momento creativo e divertente, il momento in cui si inizia una nuova quotidianità circondati da ambienti che possiamo riempire come più ci piace. Se non ci sono ancora i mobili che dovrebbero contenerli, il lavoro è rimandato. L’importante è non procrastinare per mesi o anni.

Come creare un home office nella nuova casa

  • CERTO: C’è qualche consiglio in particolare che daresti a chi nella nuova casa necessita di creare uno spazio ufficio ma ha spazi diversi a disposizione e non sa come organizzarli
  • Lorenza: La progettazione degli spazi della nuova casa deve avvenire appena la si acquista, anche se solo sulla carta. Progettare un home office non è difficile se si tengono in considerazione alcune cose:- si opta per una vera e propria stanza adibita a ufficio, con la possibilità di chiudere la porta: questa soluzione è vincente se hai una famiglia e vuoi poterti isolare e avere tranquillità, oppure se sai di dover ricevere clienti
    – si decide per uno spazio in un ambiente adibito ad altro, per esempio un angolo del salotto: è una soluzione possibile se si vive soli e si ha la certezza di poter lavorare in serenità senza essere disturbatiEntrambe le soluzioni vanno elaborate e progettate in anticipo per poter procedere all’acquisto di mobili o scaffali idonei a contenere materiali per l’ufficio o tutto ciò che possa mettere a “suo agio” chi ci lavora e l’eventuale cliente, se si intende riceverlo in casa. Molto importante l’illuminazione, sia da luce naturale sia artificiale e la posizione della scrivania, che deve essere perpendicolare rispetto a porte e finestre, per poter tenere sotto controllo movimenti senza essere interrotti e per essere sicuri di non avere la luce naturale sullo schermo del computer. Infine circondarsi di cose che possono farci sentire a nostro agio: dai colori delle pareti alle piante e ai fiori, dalle fotografie di amici o parenti a frasi motivazionali dei leader che ci ispirano.

Consigli per mantenere in ordine la nuova casa

  • CERTO: Ci sono altri consigli che pensi possano essere utili per mantenere l’ordine che si è creato nella nuova casa nel tempo?
  • Lorenza: Diamo vita a nuove abitudini con routine ben precise. D’altronde il trasloco è una grande occasione di cambiamento quindi perché non approfittare per dare spazio al nuovo? Nuova casa, nuovo stile di vita – magari più organizzato – per avere una quotidianità alleggerita dal superfluo. Per mantenere il lavoro fatto durante il trasloco è necessario creare routine positive già dal mattino, che inneschino in noi meccanismi di alleggerimento.Essere organizzati non vuol dire perdere in creatività e spontaneità bensì utilizzare strumenti che facilitano la giornata e la rendono fluida, facile, agile. Un pizzico di autodisciplina è fondamentale se si vuole mantenere l’ordine e consiglio di seguire queste piccole regole:
    • un posto per ogni cosa, ogni cosa al suo posto
    • categorizzare
    • darsi sempre delle priorità
    • chiedersi “cosa posso fare oggi per essere più organizzato domani”

Come gestire una casa più grande

  • CERTO: Spesso, chi trasloca lo fa per motivi di spazio. Quindi sceglie di andare ad abitare in una casa più grande senza considerare, però, che una casa più grande ha bisogno di più attenzioni e più tempo. Ci puoi dire se c’è qualche soluzione apposita per le donne che lavorano e non hanno molto tempo a disposizione per le pulizie?
  • LorenzaAndare a vivere in una casa più grande è il sogno di molti, ma potrebbe essere un boomerang per quanto riguarda l’ingombro in casa. Avendo spazi più grandi la tentazione di riempirli con sempre più cose è forte. Consiglio sempre di seguire questa regola: “mai riempire gli spazi per più di 3/4” per permettere all’energia di girare, per riuscire ad avere tutto a portata di mano e ben visibile, sia che si parli di armadio, della dispensa della cucina o del garage.Se gli spazi sono aumentati, anche il carico di lavoro lo sarà, ma il tempo a nostra disposizione rimarrà lo stesso. Impegni familiari, il lavoro, le attività personali, occupano l’intera giornata. Rimane poco spazio per mantenere ordine e organizzazione in casa e per fare le pulizie. Una soluzione potrebbe essere programmare le pulizie creando un planning settimanale a cui tutta la famiglia deve partecipare collaborando.Piccoli interventi ma quotidiani è il segreto per non sovraccaricarci. Se si hanno le possibilità, un’altra alternativa è quella di delegare i lavori di casa a una collaboratrice esterna che andrà formata per mantenere l’ordine e l’organizzazione già presenti

I cinque consigli più importanti di Lorenza per un trasloco senza stress

Ringraziamo Lorenza Accardo per le idee e i tanti consigli per un trasloco senza stress. Rivediamo insieme i suoi cinque consigli più importanti:

  1. programmare il più possibile e farlo con largo anticipo
  2. fare decluttering: liberare gli spazi dal superfluo
  3. mai riempire gli spazi per più di 3/4
  4. chiedersi “cosa posso fare oggi per essere più organizzato domani
  5. circondarsi di cose che possono farci sentire a nostro agio

Speriamo che questi e gli altri consigli di Lorenza possano aiutarti a traslocare davvero senza stress. E se oltre ai suoi consigli volessi il suo aiuto Lorenza per metterli in pratica puoi dare un’occhiata al suo sito. Per chiederle una consulenza puoi scrivere una e-mail a ciao@lorenzaaccardo.it . Per altri consigli sul trasloco e sull’organizzazione della casa puoi seguire la pagina Facebook di Lorenza.

Quali altri consigli pensi possano esserti utili per il tuo cambio di casa? C’è qualche figura professionale di cui pensi potresti aver bisogno.
Scrivi a info@gruppoeden.it e chissà che non troverai una nuova intervista che risolve i tuoi dubbi proprio su questo blog.

E se, invece, sei alla ricerca di una casa da ristrutturare in cui trasferirti e vorresti qualche consiglio tecnico dai un’occhiata al nostro servizio di consulenza. Ti fissiamo un appuntamento con uno dei nostri tecnici per andare a vedere la casa che vorresti acquistare in modo da verificare che sia tutto in regola per poter fare i lavori dopo l’acquisto.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
(Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Stai per comprare una casa da ristrutturare? Scarica la checklist con le domande da fare al sopralluogo.
Ci teniamo alla tua privacy.