Planimetria Catastale - CERTO edilizia energetica

Planimetria Catastale

Planimetria Catastale

Planimetria Catastale

Quante volte vi siete chiesti cos’è e a cosa serve la planimetria catastale? Sicuramente a chi possiede un immobile sarà capitato che gli venisse richiesto di presentare, aggiornare o fornire questo documento, e non sempre è scontato conoscerne l’esistenza, lo scopo e gli obblighi che lo riguardano!

Innanzitutto la planimetria catastale è un disegno tecnico in scala (solitamente 1: 200) di un edificio o unità immobiliare, ovvero una piantina del proprio immobile dove vengono riportate tutte le caratteristiche principali dell’immobile in questione.

All’interno della planimetria sono presenti, oltre al disegno in pianta dell’unità immobiliare, tutte queste informazioni che riguardano l’unità stessa:

  • i dati catastali: foglio, particella, subalterno catastale;
  • destinazione d’uso dell’immobile (ufficio, casa, ecc.);
  • indirizzo (via, civico, interno);
  • altezza media dei  vani presenti nell’immobile;
  • destinazione d’uso dei locali accessori (bagno, cucina, ripostiglio);
  • piano o piani nei quali si estende l’unità immobiliare;
  • confini dell’unità immobiliare;
  • nome, cognome, n. iscrizione albo del tecnico firmatario della pratica.

nuova planimetria

Come potete notare la planimetria è un documento completo, da cui è possibile ricavare molte informazioni sull’immobile, sul suo stato di fatto e sulle sue caratteristiche.

Come ottenere la Planimetria Catastale?

Il proprietario può recarsi fisicamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate provinciali o presso gli sportelli catastali, richiedere la planimetria e ottenerla gratuitamente in copia cartacea. Inoltre, grazie alla recente digitalizzazione di molte pratiche e documenti catastali è possibile ottenere la planimetria del proprio immobile direttamente dal vostro computer, registrandosi al portale dell’Agenzia delle Entrate. La strada più breve e semplice è rivolgersi ad un tecnico autorizzato (geometra, ingegnere, studio tecnico) iscritto al registro delle Agenzie delle Entrare.

Dal primo luglio 2010 il decreto legge.78 della legge di conversione n.122 del 2010 prevede l’obbligo di avere la planimetria catastale aggiornata, con tutte le variazioni che l’immobile in questione ha subito nel tempo, per tutti coloro che effettuano l’atto di compravendita degli immobili. Nel caso in cui la planimetria non sia aggiornata, bisogna rivolgersi ad un tecnico abilitato per apportare o correggere tutte le anomalie o le mancanze della planimetria catastale dell’immobile.

Vi ricordiamo che in caso di anomalia tra la planimetria catastale e lo stato di fatto dell’immobile, la compravendita viene annullata e il proprietario dell’immobile può incorrere a pesanti sanzioni da parte dell’Agenzia del territorio. Prima di apportare una qualsiasi modifica nel proprio immobile, vi è l’obbligo di chiedere l’autorizzazione da parte degli uffici tecnici del Comune di appartenenza e successivamente registrare le modifiche apportate anche dal punto di vista catastale, in modo che la planimetria sia sempre aggiornata e corrispondente allo stato di fatto.

Non perderti le prossime novità del mondo dell’edilizia! Continua a seguirci. Iscriviti alla newsletter!

Vuoi essere sicuro di non incorrere in sanzioni? Rivolgiti a noi.
Ci occupiamo di Check Up Catastale da oltre 6 anni
!
 Contattaci o chiedici un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Elisabetta Venturi
Elisabetta Venturi
Ingegnere Edile-Architetto, mi occupo di progettazione, pratiche edilizie e Direzione Lavori.

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy