Revisione norme UNI TS 11300 - CERTO edilizia energetica

Revisione norme UNI TS 11300

Revisione norme UNI TS 11300

certificazione energetica cosa cambia

Cosa cambia nelle certificazioni energetiche

Proprietari di immobili e agenti immobiliari, attenti: il 2 ottobre 2014 sono state aggiornate le norme UNI TS 113001 e 11302, che disciplinano il calcolo alla base della certificazione energetica degli edifici.

Con la revisione di queste norme cambia a livello nazionale e regionale il metodo di calcolo della certificazione energetica, con possibili ripercussioni anche sulle classi energetiche. Infatti, molti edifici classificati con una determinata classe energetica, con le modifiche della norma potrebbero ritrovarsi, alla prossima revisione dell’APE, in una classe energetica diversa. Anche se il sistema di classificazione è rimasto immutato, infatti, le modifiche nel metodo di calcolo introdotte dalle nuove UNI TS 11300 portano delle variazioni nel valore di EP dell’immobile, ovvero dell’indicatore di prestazione energetica, che stabilisce in che classe si colloca l’edificio.

Altro aspetto da tenere sotto controllo: se hai ricevuto la certificazione energetica dopo il 2 ottobre 2014, data di entrata in vigore delle nuove norme, controlla che il tuo tecnico non abbia eseguito il calcolo con il software DOCET. Questo software, utilizzato da circa il 50% dei certificatori, è ora vietato in seguito alla revisione delle norme, perché non aggiornato al nuovo metodo di calcolo introdotto e quindi non affidabile. Questo punto è stato chiarito direttamente anche dalla Regione Emilia-Romagna, che ha inoltrato questa informativa a tutti i certificatori energetici accreditati. Come abbiamo già anticipato, il cambiamento più importante dell’aggiornamento della norma è sulle modifiche introdotte nel metodo di calcolo, rispetto alla precedente versione.

revisione APE

Ma quali sono le principali modifiche?

I ponti termici hanno subito la modifica più rilevante, poiché è stata cancellata la possibilità di utilizzare maggiorazioni percentuali semplificate e ora richiedono un calcolo più dettagliato attraverso Abachi e Atlanti più dettagliati.

Anche le caratteristiche dei materiali di costruzione dell’edificio sono un fattore molto importante, e la revisione della norma ha specificato che, soprattutto per le nuove costruzioni, si devono tenere in considerazione le condizioni di posa in opera dei materiali, prima tra tutte l’eventuale umidità presente nelle strutture.

Continuando con le modifiche, aumenta l’importanza delle perdite per la ventilazione. La revisione prevede infatti una valutazione più raffinata del dispendio di energia legata all’aerazione e alla ventilazione dei locali, soprattutto in presenza di impianti di ventilazione meccanica controllata.

Infine, nel calcolo dei guadagni solari è stato introdotto il contributo delle Serre Solari eventualmente adiacenti all’edificio, elemento già presente nel calcolo della regione Lombardia.

Sono molti i fattori di cambiamento introdotti dalla revisione, che garantisce ora un calcolo della prestazione energetica più accurato ed affidabile, ed è possibile che un edificio che ha ricevuto la certificazione energetica prima dell’aggiornamento possa risultare, alla prima revisione dell’APE, in una classe energetica diversa.

Tuttavia, non spetta solo ai proprietari controllare il loro certificato energetico. I certificatori energetici hanno per primi l’obbligo di aggiornarsi e di non utilizzare software superati o non aggiornati, per non ritrovarsi a vendere ai propri clienti un certificato nullo. Tutti i certificatori energetici dovranno analizzare solo ed esclusivamente i software aggiornati che siano stati validati dal CTI, Comitato Termotecnico Italiano, che aggiorna costantemente l’elenco dei software per la certificazione energetica conformi alle nuove norme UNI TS 11300.

Ti consigliamo di controllare la certificazione energetica del tuo immobile, per verificare che sia aggiornata alle nuove Norme di Calcolo UNI TS 11300 del 2014. Controlla in particolare il software utilizzato dal tecnico se hai ottenuto la certificazione dopo il 2 ottobre 2014 e verifica che non sia il DOCET, per non rischiare di ritrovarti con un certificato energetico nullo.

Non perderti le prossime novità del mondo dell’edilizia! Continua a seguirci. Iscriviti alla newsletter!

Ti serve un’APE?
Lo sai che ci occupiamo di Attestati di Prestazione Energetica da oltre 6 anni!
Finora ne abbiamo consegnati oltre 3000! Acquista il tuo APE con un click nel nostro negozio online!
Contattaci
o chiedici un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Elisabetta Venturi
Elisabetta Venturi
Ingegnere Edile-Architetto, mi occupo di progettazione, pratiche edilizie e Direzione Lavori.

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy