APE: quanto costa e qual è il prezzo giusto? - CERTO edilizia energetica

APE: quanto costa e qual è il prezzo giusto?

ape quanto costa e qual e il prezzo giusto

Cosa incide sul costo della certificazione energetica

ape quanto costa e qual e il prezzo giusto

Vi abbiamo già parlato più volte dell’Attestato di Prestazione Energetica – APE: cos’èquando richiederlo e aggiornarlo e come è cambiato negli ultimi anni. Oggi ci addentriamo in una questione molto dibattuta e molto delicata quando si parla di certificazione energetica: il prezzo. Vediamo insieme quanto costa l’APE, perché ci sono differenze di prezzo così eclatanti sul mercato e qual è, secondo noi, il prezzo giusto per una certificazione energetica.

Quanto tempo ci vuole a fare un APE?

Prima di parlare del prezzo, bisogna fare una piccola premessa sui tempi tecnici necessari per emettere un Attestato di Prestazione Energetica: trattandosi di un servizio, dove non ci sono costi “materiali”, è infatti il tempo impiegato dal tecnico la voce di costo prevalente. Generalmente il certificatore energetico divide il lavoro in due fasi: sopralluogo e calcolo in ufficio.

La prima fase inizia da un primo contatto telefonico: possiamo considerare una prima ora di lavoro dedicata alla fase di preventivo e definizione del costo nei casi non standard, uno o più contatti telefonici per dubbi e domande e per fissare un appuntamento per il sopralluogo, la preparazione del materiale per il sopralluogo: schede rilievo, incarico da far firmare ecc. Per il sopralluogo possiamo considerare un tempo medio di 2 ore, inclusi il tempo per procurarci la planimetria catastale, i tempi di trasferta per raggiungere l’immobile e il sopralluogo vero e proprio. La fase di sopralluogo serve per prendere le misure necessarie al ridisegno corretto del vostro appartamento e per studiare le caratteristiche di muri, finestre e solai e per analizzare i vostri impianti termici: riscaldamento, acqua calda e raffrescamento per il periodo estivo.

La seconda parte del lavoro avviene in ufficio, e comprende il calcolo della prestazione energetica e l’emissione della Certificazione Energetica: può impiegare da un minimo di 3 a un massimo di 4-5 ore, a seconda della complessità dell’edificio da calcolare.

In questa fase tutte le informazioni raccolte sul vostro immobile vengono elaborate con l’aiuto di un software di calcolo della prestazione energetica. Si ricrea digitalmente l’immobile in 3D con le strutture, le finestre e gli impianti specifici del vostro immobile, poi si esportano i dati di calcolo e classe energetica e si immettono nel sito della Regione, nella sezione certificati energetici.

Una volta caricati e verificati i dati, si procede con la registrazione del certificato: a questo punto verrà rilasciato il codice che ne identifica la corretta registrazione e sarà valido per effettuare compravendite o depositare il contratto di locazione.

A questi tempi medi si aggiungono i tempi “tecnici” che non riguardano il singolo attestato ma l’attività in sé: installazione e aggiornamento dei software di calcolo, tempi per aggiornamento e informazione costante (ogni volta che esce una nuova norma, che si aggiorna una legge, che si aggiorna il software), tempi per migliorare i nostri moduli interni (es. scheda rilievo, moduli di incarico ecc.), tempi per gli aspetti commerciali, promozionali e di comunicazione, come ad esempio la scrittura di questo post.

Cosa incide sul costo dell’APE?

Alcuni aspetti che possono incidere sul costo complessivo di un Attestato di Prestazione Energetica, perché possono allungare anche di tanto i tempi per elaborarlo ed emetterlo, sono:

  • Tipologia dell’immobile. A seconda della destinazione d’uso dell’immobile il metodo di calcolo può essere più o meno complicato; ad esempio per un negozio bisogna tenere conto di elementi che per il calcolo di un appartamento non vengono contemplati, come  l’illuminazione.
  • Dimensione e l’articolazione della vostra casa può impattare sul prezzo perché una casa indipendente su più piani è molto più lungo di quello di un bilocale, sia per il tempo del sopralluogo, dove si prenderanno molte più misure, che per la più complessa modellazione dell’immobile in 3D con il software di calcolo.
  • Ventilazione, illuminazione, trasporti. Se nel vostro edificio è presente la ventilazione meccanica controllata e/o unità trattamento aria, il calcolo sarà più complesso perché bisogna calcolare tutti i ricambi d’aria a seconda della destinazione d’uso. Per le destinazioni d’uso non residenziali, se presenti, bisogna calcolare l’energia consmata per l’illuminazione e i trasporti interni, come per esempio un ascensore o scale mobili che possiamo trovare all’interno dei negozi
  • Distanza. Fare un certificato a Bologna o farlo per un comune dell’appennino ha per noi tempi, e costi, molto diversi: per un servizio così “veloce” e a basso costo come la certificazione energetica i tempi e i costi di trasferta incidono molto sul totale.
  • Urgenza. Di norma per l’emissione di un certificato ci teniamo dagli 8 ai 10 giorni lavorativi, in modo da poter fissare sopralluoghi in luoghi vicini nello stesso giorno e pianificare al meglio le nostre attività. Se c’è un’urgenza particolare, però, possiamo consegnarvi il vostro APE nel giro di pochi giorni o, in casi estremi, di poche ore, anteponendolo a tutti i lavori già in corso. Questo, ovviamente, si paga.

Qual è il giusto prezzo per un attestato di Prestazione energetica?

Alla luce di quanto detto finora, il costo che noi abbiamo individuato come ottimale per l’APE è di 190 € + IVA, a cui vanno poi sommati 15 € di tributi che la Regione chiede per ogni APE registrato sul SACE.

Riusciamo ad applicare questo prezzo per immobili fino a 100-120 mq di superficie, sia residenziali che con altre destinazioni d’uso, indicativamente in un raggio di 30-40 km dalla nostra sede di Bologna.

Dal 2010 ad oggi abbiamo effettuato più di 3.000 certificazioni energetiche, e il gruppo di tecnici che lavora sulla certificazione energetica ha ormai un’esperienza tale da permetterci di garantire tempi di consegna certi e a gestire le urgenze a prova di errore.

E chi fa pagare un APE molto meno?

Il tema negli anni passati è stato spesso di grande attualità, con l’apice raggiunto con gli APE su Groupon a 49 € IVA inclusa (dei quali al tecnico arrivavano poco più di 20 € a certificato, peraltro). Aldilà di questo caso estremo, in cui chi ha aderito ha lavorato gratis, o forse in perdita contando i costi di trasferta, sperando di usare la certificazione energetica come “amo” per attirare il cliente e vendergli altri servizi, esistono ancora tecnici (sempre meno), o più spesso società che operano a livello nazionale che continuano a proporre l’APE a prezzi stracciati.

Vendono lo stesso servizio? No. L’APE che consegnano è “vero”, ma i dati che contiene spesso non sono quelli della casa da certificare. E’ un foglio di carta che non dice niente del vostro immobile, e pagarlo 50, 70 o magari 100 € è comunque molto, per il modo in cui viene emesso.

Per fare prezzi molto bassi, in certi casi, il certificatore energetico non fa nemmeno il sopralluogo: questo è illegale ai sensi della legislazione regionale in materia, e il tecnico che firma può essere richiamato, o sospeso, dal proprio albo o ordine professionale.

Altri modi per risparmiare tempo, e vendere l’APE a un prezzo molto basso, sono fare sì un sopralluogo veloce, ma a questo far seguire un calcolo “sommario”, in cui tante informazioni relative al vostro immobile non vengono inserite. Anche un “profano” di certificazione energetica, sfogliando un APE di questa tipologia, noterà descrizioni di muri e impianti diversi da quelli del proprio immobile, e quindi la classe assegnata perde completamente di valore.

Infine, facendosi pagare poco, il tecnico tende a sparire una volta consegnato l’APE (si spera non prima!): se mesi o anni dopo servono modifiche, copie o originali bisogna rifare tutto da capo perché non c’è un tecnico di riferimento, locale, a cui chiedere informazioni.

Contando quindi che si parla di differenze di decine di euro su un documento che vale 10 anni, e che potrebbe essere necessario riprendere e aggiornare nel corso del tempo, occorre valutare bene se puntare più al risparmio immediato o all’affidabilità.

Non perderti le prossime novità del mondo dell’edilizia! Continua a seguirci. Iscriviti alla newsletter!

E se vi serve un’APE ricorda che noi facciamo certificazioni energetiche da oltre 6 anni!
Contattateci o chiedeteci un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sonia Subazzoli
Sonia Subazzoli
Ingegnere Edile, mi occupo di organizzazione e qualità aziendale, di incentivi fiscali e aspetti amministrativi, di marketing e comunicazione.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy