Nuovo APE: come cambiano le classi energetiche

Nuovo APE: come cambiano le classi energetiche

come cambiano le classi energetiche

Dal 1 ottobre 2015 cambiano le classi energetiche per il calcolo dell’APE

Negli ultimi anni l’Attestato di Prestazione Energetica APE è diventato uno dei documenti indispensabili per chi desiderano affittare o vendere un immobile.
Dal 1° Ottobre 2015, però, sono cambiate le leggi nazionali e regionali che regolano l’emissione dell’APE.
E’ cambiato il suo aspetto e sono cambiate anche le classi energetiche.
Per cui una casa che prima era in classe F ora potrebbe ritrovarsi in classe D, E o G, ad esempio.
In questo post vediamo i cambiamenti che riguardano il calcolo della Classe Energetica di un edificio.

Il Decreto nazionale del 26 Giugno 2015 e la DGR 1275/2015 per l’ Emilia-Romagna, hanno introdotto importanti modifiche nelle Linee Guida per la Certificazione Energetica.
Oggi, per la prima volta, l’APE è diventato un documento univoco a livello nazionale, uguale (o meglio molto simile) in tutte le regioni.

Fino al 1° ottobre 2015 per il rilascio dell’APE ogni regione italiana aveva un proprio Attestato di Prestazione Energetica.
In alcuni casi aveva anche un suo metodo di calcolo dedicato, e procedure differenziate per numerare, archiviare e conservare gli attestati.

Il 1° ottobre è iniziato un percorso di unificazione molto forte che, in Emilia-Romagna, si è già tradotto in un nuovo APE regionale completamente trasformato rispetto a quello “vecchio” e in linea con le nuove linee guida nazionali.

Le novità per il calcolo dell’Attestato di Prestazione Energetica

Oggi l’APE è un documento uguale per tutta l’Italia. Sono, inoltre, stati introdotti nuovi “criteri” energetici.
Prima l’EP, ovvero l’indicatore di Prestazione Energetica riportato sull’APE, comprendeva solo i consumi per il riscaldamento e per l’acqua calda sanitaria. Se un immobile aveva anche i condizionatori per il raffrescamento estivo, nel vecchio certificato energetico di questi non c’era traccia.

Oggi nell’EP riportato sull’APE sono compresi,oltre al riscaldamento anche: acqua calda sanitaria e, se presenti, il raffrescamento estivo e la ventilazione meccanica controllata. Ciò vale sia per le abitazioni che per uffici, negozi ecc… Nelle unità non residenziali, poi, il calcolo comprende anche l’illuminazione e il trasporto (es. ascensore).

Le nuove classi energetiche

Attraverso l’introduzione dei nuovi parametri cambiano anche le classi energetiche, che diventano quelle riportate nella tabella:

classi energetiche

Le classi energetiche sono passate da 7 a 10, con la classe G che continua ad essere la più bassa. La classe migliore, invece, non è più la A ma la Classe A4 (una sorta di A+++ degli elettrodomestici).

Come cambiano le classe energetiche: nuovo metodo di calcolo

Grande novità: la scala di classi energetiche non è più fissa! Essa viene stabilita in base al valore dell’indice di prestazione energetica globale EP di un Edificio di Riferimento.

Cosa significa?
Significa che: per ogni immobile di cui si vuole calcolare la classe va fatto il confronto della sua prestazione con quella del suo Edificio di Riferimento. Per Edificio di Riferimento si intende un edificio:

  • identico all’edificio da classificare in termini geometrici (superficie, volumi, ubicazione territoriale, orientamento, destinazione d’uso ecc.);
  •  diverso per muri, infissi e impianti; questi avranno un’efficienza che permette il rispetto delle normative in vigore.

Vedi la figura in basso.

edificio nuovo APE

Fonte immagine: ANIT, Articolo di Neo Eubios 51

 

Il progettista per calcolare la classe dell’immobile dovrà confrontare la prestazione energetica dell’edificio reale in esame con quella dell’Edificio di Riferimento.

Se l’immobile, oggetto della Certificazione Energetica è meno efficiente dell’Edificio di Riferimento finirà in una classe che va dalla B in giù. Se, invece, è più efficiente sarà in classe A, o meglio in una delle nuove classi A1 A2 A3 A4.

Per rimanere aggiornato sul tema iscriviti alla newsletter!
E, se ti serve un’APE rivolgiti a noi! Negli ultimi 6 anni abbiamo emesso più di 3000 APE!
Acquista il sevizio con un click nel nostro negozio online!
Contattaci o richiedi un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sonia Subazzoli
Sonia Subazzoli
Ingegnere Edile, mi occupo di organizzazione e qualità aziendale, di incentivi fiscali e aspetti amministrativi, di marketing e comunicazione.

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti ora per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy