Controlli e sanzioni per i certificatori energetici - CERTO edilizia energetica

Partono controlli e sanzioni per i certificatori energetici in Emilia-Romagna

Partono controlli e sanzioni per i certificatori energetici in Emilia-Romagna

novità APE 2016 in E-R

Dal 1 aprile 2016 contributo di 15€ su ogni APE emesso

Quello della certificazione energetica è un mondo recente e in continua evoluzione: dopo il cambio radicale, nell’autunno 2015, dell’Attestato di Prestazione Energetica e del sistema di classi, di cui vi abbiamo parlato in questo post, ecco che dal 1° Aprile 2016 arriva un’ulteriore novità. Inizia l’era dei controlli sugli APE in Emila-Romagna, con le conseguenti sanzioni per gli APE non corretti: lo stabilisce la DGR 304/2016 del 7 marzo 2016. Ma se i controlli toccano in prima persona il certificatore energetico, cosa cambia per il proprietario dell’immobile? Cambia che ad ogni APE emesso verrà applicato un contributo regionale di 15 €, proprio con lo scopo di finanziare il sistema dei controlli e gli ispettori addetti alle verifiche sugli Attestati di Prestazione Energetica.

novità APE 2016 in E-R

Come prima cosa, vediamo cosa significa “controllare” un APE. Gli Attestati di Prestazione Energetica emessi in Emilia-Romagna, ad oggi, vengono tutti generati da un portale regionale, il SACE – Sistema Accreditamento Certificazione Energetica – ed è questo sistema informatico che genera il numero univoco dell’Attestato riportato sull’APE stesso. Dal 1° Aprile 2016 il sistema di controllo dei certificati energetici partirà proprio dal portale SACE: gli APE verranno analizzati prima della registrazione definitiva, quando sono ancora in uno stato di bozza, e verranno effettuati una serie di controlli automatici di coerenza che assegneranno un punteggio ad ogni Attestato. Questi controlli guarderanno per esempio se la superficie in pianta dell’immobile è compatibile con il suo volume lordo, o se una classe energetica molto elevata è dovuta a scarsi rendimenti impiantistici o a muri e finestre obsoleti e non coibentati. Una volta fatto questo controllo automatico dell’APE, se il punteggio supera una determinata soglia il controllo è superato positivamente, in caso contrario scatta un secondo livello di controllo con una verifica sul campo da parte di un verificatore accreditato che farà un secondo sopralluogo insieme al certificatore energetico che ha emesso l’APE ed esaminerà i calcoli e le ipotesi fatte dal certificatore. In caso di non conformità gravi potrà il certificatore energetico verrà multato con una sanzione che può andare dai 700 fino ai 4200 €, in base al numero e alla gravità delle non conformità emerse.

Ma perché tutto questo dovrebbe interessare il proprietario dell’immobile, o l’agente immobiliare incaricato della vendita?
Perché il sistema dei controlli sugli APE in partenza dal 1° Aprile, se da un lato servirà a garantire una maggiore qualità degli Attestati di Prestazione Energetica, di contro avrà un costo non indifferente. In particolare andranno pagati i verificatori incaricati della verifica degli APE e la struttura regionale incaricata del coordinamento del sistema: i costi del sistema di controllo saranno coperti applicando un contributo obbligatorio di 15 € su tutti i certificati emessi a partire dal 1 aprile 2016. Il contributo sarà anticipato dal certificatore energetico, che lo verserà direttamente tramite il portale regionale SACE al momento della registrazione dell’APE, ma verrà poi addebitato come spesa anticipata al cliente finale, analogamente a quanto già avviene per i tributi e gli oneri relativi alle pratiche comunali e catastali.

Questa dell’avvio dei controlli è quindi una buona o una cattiva notizia?
Per i certificatori energetici che, come noi, cercano di fare al meglio il proprio lavoro è sicuramente una buona notizia: la speranza è che il sistema di controlli possa servire a scoraggiare i comportamenti scorretti e a ridurre drasticamente la concorrenza sleale dei tecnici improvvisati che adottano approcci “alla Groupon”, e contemporaneamente spingere tutti gli operatori a migliorare la qualità dei certificati. A tal proposito leggi il nostro articolo di approfondimento su qual è il prezzo giusto per un’APE!
E con certificati energetici fatti meglio, il vantaggio più grande sarà proprio per chi vende o compra casa, o per gli agenti immobiliari perché tutti avranno a disposizione informazioni realistiche e plausibili sulla prestazione energetica.

Cosa aspetti? Se ti serve un’APE rivolgiti a noi! Ci occupiamo di APE da oltre 6 anni, ne abbiamo consegnati 3000 finora!
Acquista il servizio con un click nel nostro negozio online, oppure contattaci o chiedici un preventivo gratuito.

E per altri preziosi consigli per la tua casa, iscriviti alla newsletter!

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sonia Subazzoli
Sonia Subazzoli
Ingegnere Edile, mi occupo di organizzazione e qualità aziendale, di incentivi fiscali e aspetti amministrativi, di marketing e comunicazione.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy