Casetta di legno in giardino: è un intervento di edilizia libera? - CERTO edilizia energetica

Casetta di legno in giardino: è un intervento di edilizia libera?

Casetta di legno in giardino: è un intervento di edilizia libera?

casetta in legno per giardino

“Costruire una casetta di legno in giardino rientra tra gli interventi di edilizia libera? 
E’ la domanda che ci ha posto. qualche giorno fa, Antonio tramite il nostro form.
Se te lo sei chiesto pure tu continua a leggere. Ti racconteremo se è così e come costruire una casetta di legno in giardino.
Ma torniamo ad Antonio.

Antonio, infatti, ha deciso che era ora di mettere in ordine il garage. Per farlo vorrebbe costruire una casetta di legno in giardino, in modo da poterci riporre tutti gli attrezzi che prima teneva sparsi per il garage. Ecco perché Antonio ci ha chiesto se costruire una casetta di legno in giardino sia un intervento di edilizia libera, ovvero se si tratti di uno di quegli interventi per cui non è necessario fare la pratica.

Le novità dal glossario unico per l’edilizia libera

E la sua domanda non ha una risposta scontata. E’ una domanda più che legittima dal momento che, come ti abbiamo raccontato in un altro post, fino a qualche mese fa, questo tipo di costruzione non ricadeva negli interventi di edilizia libera. Certo, non c’era bisogno del permesso di costruire ma era necessario fare una SCIA. La SCIA ha un costo non indifferente, dai 1200 euro in su. E’ una pratica che va redatta da un tecnico competente e ha tempistiche, non proprio brevi, che sono di circa 30 giorni.

Insomma, qualche anno fa, forse, dopo aver saputo del tempo necessario e del denaro da spendere Antonio magari ci avrebbe ripensato: non avrebbe più costruito quella casetta e avrebbe dovuto trovare un’altra soluzione per riporre gli attrezzi.

Oggi, invece, Antonio, quasi sicuramente può costruire la sua casetta di legno in giardino senza fare la SCIA, in tempi brevi e spendendo solo il necessario per comprare i materiali. (Sì, il quasi è sempre d’obbligo quando si parla di normativa, o meglio burocrazia).

Grazie all’entrata in vigore del DM 2 marzo 2018, la casetta di legno da giardino, come puoi leggere nel glossario unico per l’edilizia libera al numero 48, rientra tra le “aree ludiche ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici”.

Il Glossario, in particolare, ne ammette l’installazione, la riparazione, la sostituzione e il rinnovamento e la definisce :

Ripostiglio per attrezzi, manufatto accessorio di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo

E da questa definizione sicuramente si capisce che la casetta non deve avere “fondamenta”! Ma cosa s’intende per “limitate dimensioni”?
Per dare una risposta siamo andati a dare un’occhiata al DRU, il nuovo Portale di Edilizia e Urbanistica del Comune di Bologna.
Ogni Comune, infatti, ha un suo regolamento in cui trovi indicate le dimensioni per cui la casetta rientra gli interventi di edilizia libera.

Le caratteristiche che deve avere una casetta di legno da giardino a Bologna

Nel caso del Comune di Antonio, quello di Bologna, le dimensioni sono descritte nelle “Schede Tecniche di Dettaglio” del RUE, nella versione aggiornata del 2018.
Ecco le caratteristiche deve avere una casetta di legno da giardino, o meglio quella che il RUE definisce un “box per ricovero attrezzi da giardino”:

  • superficie lorda massima fino a 5 mq e può sporgere fino a 20 cm per lato della copertura
  • non può avere un’altezza superiore a 2,40 m (la misura va presa nel punto più alto della copertura)
  • deve avere una struttura leggera, non essere saldata al suolo e facilmente rimovibile (ecco perché solitamente si parla di legno come materiale per costruirla)
  • se possibile, deve essere situata sul retro della casa

Quali autorizzazioni servono per poter costruire una casetta di legno in giardino

Fai attenzione, però, prima di andare a far scorta di tavole in legno per costruire la tua casetta per gli attrezzi devi verificare che la tua casa non è soggetta a un vincolo paesaggistico.

Per scoprirlo ti basta contattare un tecnico che, tramite l’indirizzo dell’immobile, verifica in che zona si trova e se ci sono dei vincoli. Potrebbe, infatti, essere necessario presentare una richiesta di autorizzazione paesaggistica, nella versione “semplificata” o di tipo “ordinario” a seconda del vincolo della zona.

Ricapitoliamo…

Se anche tu, come Antonio, vuoi costruire la tua casetta in legno per gli attrezzi, comincia dalle basi, ovvero dalla normativa. Chiedi a un tecnico una consulenza per scoprire se hai bisogno di presentare una richiesta di autorizzazione paesaggistica.
Se la tua casa è in una zona vincolata paesaggisticamente dovrai, innanzitutto, fare la richiesta, altrimenti puoi correre in falegnameria.

E ricordati di seguire tutte le indicazioni del RUE: Bologna è un Comune virtuoso perché molto attento e vigile su quello che succede. Se commetti un abuso a Bologna, prima o poi, dovrai rimediare pagare la sanzione

Se vuoi leggere altri articoli come questo in cui trovare consigli pratici per la tua casa iscriviti alla newsletter.

 

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy