Ristrutturazione in condominio: a cosa prestare attenzione

Come procedere a ristrutturare un appartamento in condominio

Come procedere a ristrutturare un appartamento in condominio

7 consigli per ristrutturazione condominio

Articolo aggiornato a luglio 2017

Forse è capitato anche a te che il tuo vicino di casa ha fatto una ristrutturazione nel tuo condominio.
E ha prolungato i lavori fino a tarda notte.
Ti sei mai chiesto quali sono le regole da rispettare quando si vuole ristrutturare un appartamento in un condominio?

In condominio è fondamentale cercare sempre di mantenere il quieto vivere, si sa.
Ci sono orari in cui è possibile effettuare i lavori e altri di silenzio.
Occorre avvisare tempestivamente i condomini quando si eseguono lavori o spostamenti… Piccole accortezze fondamentali: non solo per il quieto vivere ma anche per non rischiare di ricevere sanzioni o accumulare ritardi nei lavori.

7 preziosi consigli per la ristrutturazione del tuo un appartamento in condominio

In questo post ti parleremo degli aspetti un po’ più tecnici a cui fare attenzione prima e durante la ristrutturazione di un appartamento in condominio.
Ti daremo suggerimenti utili per vivere bene la ristrutturazione, e soprattutto, il dopo!

Non ci sono norme generali, al di là del buonsenso, che stabiliscono le regole da rispettare in caso di ristrutturazione in un condominio. Sicuramente, però, è bene arrivare informati e preparati all’inizio dei lavori di ristrutturazione. Inoltre, nel caso di apaprtemento in condominio devi tener sempre presente il rispetto delle parti comuni .

Ogni condominio ha un proprio regolamento e regole decise da condomini e proprietari durante le assemblee condominiali.
Proprio queste regole sono la base da conoscere e da cui partire prima di ristrutturare il proprio appartamento.

Di seguito ti elenchiamo quelle che, in base alla nostra esperienza di tecnici, sono le situazioni più delicate e le problematiche più frequenti che si possono incontrare quando si fanno lavori di ristrutturazione di un appartamento in condominio:

1. Interventi su solai e pareti che separano due unità immobiliari                              

Quando si effettuano lavori sulle pareti confinanti con il proprio vicino bisogna prestare attenzione al rispetto dei Requisiti Acustici degli edifici. Le tematiche acustiche sono un argomento tecniche. Dunque sarà meglio che se ne occupi per te il tuo tecnico di fiducia.

Se però, effettui piccoli lavori o deleghi molte lavorazioni direttamente all’impresa o a singoli artigiani , assicurati che ne tengano conto. Potrebbero nascere cause legali se il vostro vicino si lamenta del rumore e se nel  mettere mano al solaio, ad esempio, non si sono rispettate le norme acustiche vigenti al momento dell’intervento.

 2. Interventi sull’impianto idro-termo-sanitario

Nel caso in cui ristrutturi il tuo bagno o la tua cucina ed effettuare lavori anche sull’impianto idro-termo-sanitario (lavandini, water, docce ecc.), accertati sempre che l’impianto sia fatto a regola d’arte. Inoltre, controlla che l’idraulico, a fine lavori, depositi la dichiarazione di conformità (DICO) per evitare perdite o guai futuri che potrebbero coinvolgere anche i vicini.

3. Interventi sull’impianto di riscaldamento condominiale

Se durante la ristrutturazione devi spostare un radiatore in un condominio con impianto centralizzato, fai attenzione!
L’intervento potrebbe richiedere lo svuotamento e quindi l’arresto per qualche ora dell’intero impianto condominiale.

Dunque prima di procedere è opportuno verificare con il tecnico che segue i lavori e con l’idraulico se e quanto è coinvolto l’impianto di riscaldamento condominiale. Nel caso avvisa con ampio anticipo l’amministratore e tutti i condomini dei lavori che saranno effettuati.
La stagione in cui fare più attenzione a questi dettagli è sicuramente l’inverno. Il rischio, infatti, è di far rimanere  l’intero condominio senza nè riscaldamento nè acqua calda.

4. Interventi su strutture portanti

Quando effettui interventi su pareti portanti, pilastri e solai devi rispettare la normativa anti-sismica vigente, in modo da non compromettere la stabilità dell’intero edificio.
Se non lo fai e compaiono delle crepe nell’appartamento sopra al tuo può nascere causa legale. Dunque è sempre più prudente e sicuro farsi seguire da un tecnico competente. Il tecnico, oltre a conoscere la normativa vigente, è autorizzato a firmare e depositare in Comune le pratiche richieste.

5. Interventi su canne fumarie

Gli scarichi dei fumi sono un tema delicato, soprattutto con le recenti evoluzioni normative che hanno reso obbligatori gli scarichi e soffitto e proibito quelli a parete. Quindi se vuoi costruire un camino o un qualsiasi impianto che ha bisogno di una canna fumaria devi tener conto di questo aspetto.
Dovrai verificare lo stato e le dimensioni della canna fumaria condominiale per valutare la fattibilità e i costi, dell’intervento.

6. Interventi su sottotetti e cantine

Se hai in programma di effettuare interventi che coinvolgono anche il sottotetto (magari perché abiti all’ultimo piano) o le cantine, ricorda sempre di chi è il diritto di proprietà dei sottotetti e delle cantine.

A volte si da per scontato che alcune situazioni siano consolidate.
Ad esempio, il fatto che un unico condomino utilizzi certi spazi comuni non significa necessariamente che egli abbia su di esso dei reali diritti di proprietà.

Accertati sempre di intervenire in locali di tua proprietà e correttamente rappresentati al Comune e al Catasto.
Così facendo eviterai  infiniti contenziosi e cause legali.

7. Interventi vicino ai confini

Fai sempre attenzione ai confini delle proprietà nei condomini. Bada a come vengono rappresentati nella documentazione depositata al Comune e al Catasto. A volte, anche confini banali, come la divisione di una terrazza o un posto auto con una riga disegnata per terra, possono generare liti tra condomini.

Consiglio

Il consiglio che sentiamo di dare a te che hai deciso di ristrutturare un appartamento in condominio è  di partire “preparato”.

Prima di effettuare qualsiasi lavoro nel tuo appartamento e/o incaricare l’impresa o gli artigiani che effettueranno i lavori, accertati con un tecnico qualificato. il tecnico controllerà tutti gli aspetti burocratici e procedurali riguardanti la tua casa, gli interventi che vuoi realizzare e le regole del tuo condominio.

Non pensare che questo lavoro preliminare sia un costo inutile o una perdita di tempo.
Se è tutto ok, una volta iniziati i lavori , procederanno spediti e senza intoppi.
Se, invece, per fare in fretta trascuri anche solo un aspetto “banale” rischi di perdere tempo, denaro e salute in estenuanti contenziosi tra condomini.

Mai come in condominio prevenire è meglio che curare!
Dunque affidati a un tecnico. E se non hai uno di riferimento rivolgiti a noi!
Rivolgiti a noi! Ci occupiamo di Ristrutturazioni e Direzione Lavori da oltre 6 anni!
Contattaci o chiedici un preventivo gratuito.

Per ricevere altri preziosi consigli per la tua casa, iscriviti alla newsletter!

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Elisabetta Venturi
Elisabetta Venturi
Ingegnere Edile-Architetto, mi occupo di progettazione, pratiche edilizie e Direzione Lavori.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy