Intervista all'ingegnere strutturista Roberto Francia - CERTO edilizia energetica

Intervista all’ingegnere strutturista Roberto Francia

Intervista all’ingegnere strutturista Roberto Francia

Quanto è importante che la tua casa sia sicura dal punto di vista sismico? Sia che tu stia vendendo sia che tu stia comprando una casa la sicurezza sismica è un fattore che non puoi più trascurare.

E visto che di questo argomento si parla davvero poco, di solito tra tecnici, e che le informazioni arrivano raramente a te che, invece, sei il diretto interessato abbiamo pensato di chiedere a Roberto Francia – ingegnere strutturista modenese – di spiegarci cos’è la sicurezza sismica, come si valuta e perché in alcuni casi è obbligatorio verificarla.

Roberto lavora da più di dieci anni nel campo dell’edilizia ed è esperto in strutture.

I consigli di Roberto per verificare e mettere in sicurezza la tua casa

CERTO: Ciao Roberto. Ci puoi dire che lavoro fai, quanto è importante specificare che sei un ingegnere strutturista e perché?

Roberto: Sono un ingegnere civile. Strutturista perchè mi sono specializzato, fin dagli studi, sulle strutture delle costruzioni, il loro scheletro insomma.
Mi occupo di progettare le strutture delle nuove costruzioni, di analizzare quelle esistenti, e di individuare possibili interventi di consolidamento o miglioramento. In particolare, delle strutture degli edifici e del loro comportamento nei confronti delle azioni sismiche.
È importante specificarlo perché occuparsi di strutture significa dedicarsi alla sicurezza dei luoghi in cui viviamo, lavoriamo o frequentiamo.

Cos’è cambiato negli ultimi anni? Perché bisogna verificare la sicurezza sismica?

CERTO: Negli ultimi anni si sono susseguiti molti terremoti che hanno avuto conseguenze gravi e dolorose. Buona parte dei danni causati non sono ancora stati riparati del tutto. Ci racconti cosa è cambiato per quanto riguarda le leggi?

Roberto: L’Italia è da sempre un paese ad alto rischio sismico ed interessato da terremoti anche molto violenti. Negli ultimi anni sono state introdotte molte novità a livello normativo, con la riclassificazione sismica dell’intero territorio nazionale e l’introduzione di nuove e più moderne norme tecniche per le costruzioni, le NTC 2018.
Gli ultimi eventi sismici ci hanno tuttavia dolorosamente ricordato che il patrimonio edilizio del nostro paese è in larga parte inadeguato e non sicuro. Credo che a tutti interessi sapere se la propria abitazione, o il luogo in cui lavorano, sia sicuro in caso di terremoto, ma troppo spesso questo aspetto viene sottovalutato o dimenticato.

Quando puoi scegliere di fare la valutazione di sicurezza sismica

CERTO: Puoi spiegarci cos’è la valutazione di sicurezza e quando consigli di farla?

Roberto: la valutazione della sicurezza è, in sostanza, la diagnosi dello stato delle strutture di un fabbricato o di parte di esse. Serve per determinare quanta parte delle azioni (non solo sismiche, ma anche quelle prodotte dagli agenti atmosferici – neve, vento – o dall’attività dell’uomo) previste dalla normativa vigente sia sostenibile dalla struttura esistente.

Sicuramente è consigliabile farla nei casi in cui siano evidenti carenze strutturali, o comportamenti anomali.
O, appunto, quando si vuole sapere se la propria abitazione è in grado di resistere a terremoti di una certa intensità. In questo caso la valutazione della sicurezza si può inserire nel percorso di classificazione sismica che, nel caso di interventi di consolidamento o miglioramento, permettono di accedere alle detrazioni fiscali previste dal cosiddetto sismabonus.

Valutazione di sicurezza: chi può farla e come si fa

CERTO: Al di là dell’obbligo di fare la valutazione di sicurezza puoi dirci chi può farla e spiegarci come funziona?

Roberto: La possono fare i tecnici abilitati: ingegneri e architetti iscritti ai rispettivi ordini professionali. Meglio rivolgersi a chi ha esperienza nel settore delle strutture e può fare l’intero percorso, compresa l’eventuale progettazione di interventi di consolidamento o miglioramento.
Nella pratica si tratta di verificare gli elementi strutturali sottoposti alle azioni previste dalla normativa solitamente realizzando ed analizzando un modello di calcolo agli elementi finiti del fabbricato.

Quanto costa fare una valutazione di sicurezza sismica

CERTO: A questo punto tutti si staranno chiedendo: “ma quanto mi costerà?”. Puoi darci un’idea del costo che può avere una valutazione di sicurezza e dirci se ci sono delle agevolazioni previste dalla legge?

Roberto: Il costo dipende molto dalle dimensioni dell’edificio, dalla tipologia e dalla complessità della struttura, dalla quantità di informazioni disponibili. Per darvi un’idea, il costo della sola valutazione di sicurezza globale di una villetta monofamiliare con una struttura tradizionale può essere indicativamente 1500 €.

Come detto la legge prevede agevolazioni fiscali se la valutazione della sicurezza è finalizzata ad interventi di miglioramento o adeguamento sismico. Si tratta del cosiddetto sismabonus: è un sistema di detrazioni fiscali con percentuale variabile tra il 50% e l’85% delle spese sostenute per adozione di misure antisismiche su edifici esistenti situati in zona sismica. Sono detraibili con le stesse modalità anche le spese sostenute per la classificazione sismica e la progettazione degli interventi.

Per ottenerle un tecnico abilitato deve redigere una classificazione dell’edificio in funzione dei risultati della valutazione di sicurezza nei confronti delle azioni sismiche. Il tecnico, poi, progetta gli interventi migliorativi e conduce una nuova classificazione che misurerà l’efficacia degli stessi. La percentuale di detrazione viene calcolata in funzione del numero di classi di rischio in miglioramento ottenute con gli interventi progettati.

I cinque consigli di Roberto per mettere in sicurezza la tua casa

Ringraziamo Roberto per averci spiegato meglio perché è importante interessarsi della sicurezza della propria casa e come funziona la valutazione di sicurezza. Ecco i cinque consigli più importanti di Roberto:

  • chiederti se la tua casa, o il luogo in cui lavori, sarebbe un posto sicuro in caso di terremoto: farsi le domande giuste è il primo passo
  • essere consapevole che in alcuni casi sei tu a scegliere, in altri, invece, sei obbligato a fare la verifica di sicurezza
  • quando vendi un immobile, e manca il titolo abilitativo o l’agibilità, potrebbe essere necessario fare una valutazione di sicurezza: questo potrebbe cambiare i costi della Relazione Tecnica Integrata
  • la valutazione di sicurezza sismica può essere fatta da un ingegnere o architetto abilitato ma è consigliabile affidarsi a chi ha esperienza in strutture
  • con il sismabonus puoi detrarre una parte delle spese necessarie per la classificazione sismica di un edificio o per adottare misure antisismiche

Hai le idee più chiare riguardo alla sicurezza della tua casa? Speriamo di sì. Se hai iniziato a farti domande sulla sicurezza della tua casa e vuoi approfondire la tematica della valutazione puoi contattarci: faremo avere il tuo quesito a Roberto.

Se ti serve una pratica edilizia – per iniziare dei lavori, fare una sanatoria – o una Relazione Tecnica Integrata per vendere casa e vuoi essere sicuro di farti seguire da tecnici che possano seguirti anche per qualsiasi problema di tipo strutturale puoi contattarci via telefono allo 0517166459 o via e-mail scrivendo a info@gruppoeden.it.

Per te che cerchi casa e vuoi il parere di un tecnico abbiamo creato un servizio di consulenza apposito.

La prossima persona che intervisteremo? Potresti essere proprio tu! Se la tua professione è legata a chi vende o compra casa e ti va di rispondere a qualche domanda proponiti a: info@gruppoeden.it.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
(Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Cambi casa? Scarica le domande da fare alla prima visita.
Ci teniamo alla tua privacy.