Opere interne: quando è necessaria la pratica? - CERTO edilizia energetica

Opere interne: quando è necessaria la pratica?

Opere interne: quando è necessaria la pratica?

opere interne serve la pratica

Stai pensando di modificare la distribuzione interna della tua casa? Prima di iniziare i lavori valuta bene i lavori da fare: le pratiche da compilare e consegnare agli uffici competenti cambiano a seconda dei lavori da fare.

La legge regionale 15 del 2013 dell’Emilia Romagna distingue tra le opere interne in:

  • attività di edilizia libera
  • attività che necessitano di CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata)
  • attività per cui serve la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività)

Prima di iniziare i lavori, se non lo hai già fatto, contatta un tecnico per capire quale pratica bisogna presentare e  a quale ufficio.

opere interne serve la pratica

Ecco alcuni esempi che ti aiuteranno a capire come muoverti prima di iniziare i lavori in casa.

Opere per cui non è necessaria la pratica

Partiamo subito da tutte le attività che non necessitano la consegna di pratiche in Comune o in Catasto:

  • interventi di manutenzione ordinaria;
  • interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, come ad esempio la trasformazione degli spazi, delle superfici e degli usi dei locali, compreso anche l’inserimento di elementi tecnici e tecnologici.
  • modifiche che riguardano la pavimentazione o la finitura di spazi esterni;
  • installazione di pannelli solari e fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzati al di fuori dei centri storici, dagli insediamenti e infrastrutture storici del territorio rurale.

Tutte queste attività possono essere realizzate senza presentare nessuna pratica, purché  non vadano a toccare immobili di interesse storico e architettonico o parti strutturali dell’edificio.

Accesso agli atti

Se le opere che vuoi realizzare non rientrano in quelle precedentemente elencate, devi presentare una pratica edilizia prima dell’inizio dei lavori, presso gli archivi comunali e catastali. Per poter procedere con la pratica edilizia è importare chiedere prima, in Comune, l’accesso agli atti  per verificare che lo stato legittimo dell’immobile coincida con lo stato di fatto attuale.

Opere per cui serve una semplice comunicazione di inizio lavori

Dopo aver verificato che lo stato di fatto coincide perfettamente con lo stato legittimo, puoi  procedere con la presentazione della pratica edilizia di semplice comunicazione di inizio lavori nei seguenti casi:

  • manutenzione straordinaria e lavori che non comportano modifiche all’immobile (aumento della superficie e numero di unità immobiliari) o parti strutturali dell’edificio;
  • modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d’impresa.

I lavori potranno iniziare solo dopo aver presentato la pratica edilizia in Comune. A fine lavori ricorda di presentare l’aggiornamento comunale elencando tutte le modifiche apportate. Per piccoli lavori interni non è richiesto l’aggiornamento dell’agibilità.

Se, invece, stai pensando di aprire una porta su un muro per aumentare le unità immobiliari o altre tipologie di interventi non elencate finora, occorrerà presentare una pratica più complessa, ovvero la SCIA. A tal proposito leggi il nostro articolo di approfondimento su come fare il  frazionamento di un immobile.

Ricorda di dichiarare sempre tutti i lavori interni che effettui sulla tua unità immobiliare, altrimenti rischi di incorrere in sanzioni. Anche solo dimenticare di presentare la pratica a lavori già iniziati comporta una sanzione.

Come vedi, anche se stai pensando di eseguire lavori interni molto semplici è meglio farsi seguire da un professionista, evitando così di pagare multe salate dovute al semplice fatto di non aver presentato una pratica in Comune o al Catasto.

Per altri preziosi consigli sul mondo per i lavori di casa e il mondo dell’edilizia iscriviti alla newsletter!
E ricorda che ci occupiamo di pratiche edilizie da oltre 6 anni! Puoi acquistare molti dei nostri servizi con un solo click nel nostro negozio online! Puoi anche  contattarci o chiederci un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Elisabetta Venturi
Elisabetta Venturi
Ingegnere Edile-Architetto, mi occupo di progettazione, pratiche edilizie e Direzione Lavori.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy