Permesso di costruire: come non farlo decadere - CERTO edilizia energetica

Permesso di costruire: come non farlo decadere

Permesso di costruire: come non farlo decadere

permesso di costruire

In questi giorni si è molto parlato della sentenza del TAR della Toscana che ha riaffermato che se i lavori non iniziano entro un anno il permesso di costruire non è più valido.
E noi cogliamo l’occasione per parlare del permesso di costruire, per quali lavori serve, quando, invece, è necessaria la SCIA e come chiedere una proroga.

Ecco tutti gli interventi per cui è necessario presentare il permesso di costruire:

  • interventi di nuova costruzione, tranne quelli per cui è necessaria la SCIA;
    ogni Comune può decidere quali tra gli interventi di nuova costruzione necessitano di SCIA e quali del permesso di costruire
  • interventi di ristrutturazione urbanistica

Come presentare la richiesta per ottenere il permesso di costruire

La richiesta firmata dal proprietario, o da chi ha avuto la delega, va presentata allo Sportello Unico dell’Edilizia insieme agli elaborati di progetto,
ovvero i disegni in cui è rappresentato ciò che verrà costruito o come si procederà alla ristrutturazione.
Oltre a questi documenti è necessaria anche l’asseverazione di un tecnico abilitato in cui è indicato che l’intervento che si sta per realizzare è tra quelli per cui serve il permesso e che non va in contrasto con altre norme.

Nella richiesta va inserito un elenco degli elaborati di progetto che verranno presentati prima o dopo la fine dei lavori.
Dieci giorni dopo la presentazione della domanda, nel giro di 10 giorni, saprai se la documentazione che hai presentato è sufficiente o se devi ripresentare la domanda.

Il tecnico Comunale che si occupa di valutare la tua richiesta ha 60 giorni di tempo per controllare la documentazione e,
se necessario, convocarti per chiederti di fare delle modifiche e in quali tempi presentarle.
Durante quei 60 giorni chiede il parere alla Commissione ed elabora proposta di provvedimento.
Dalla proposta servono altri 15/30 giorni per il rilascio del permesso di costruire.

Quando il permesso viene rilasciato, viene affisso all’albo pretorio, e gli estremi dovranno essere trascritti sul cartello esposto in cantiere.

Quando decade il permesso di costruire?

Nel permesso di costruire sono indicati la data entro cui devono iniziare i lavori e quella entro cui devono terminare.
Nello specifico, come abbiamo detto all’inizio, i lavori devono iniziare entro 1 anno dal rilascio del permesso di costruire e
scelta la data di inizio dei lavori, questa dev’essere comunicata allo Sportello insieme al Direttore dei Lavori e l’impresa che li eseguirà.

I lavori dovranno terminare entro 3 anni dalla data di rilascio.
C’è la possibilità di ottenere proroghe di massimo un anno per l’inizio e tre anni per la fine se la richiesta viene presentata prima della scadenza.

Come presentare una variante

Eventuali modifiche al progetto per cui è stato rilasciato il permesso di costruire queste possono essere comunicate presentando una pratica di SCIA, ovvero di Segnalazione Certificata di Inizio Attività.Le modifiche devono, però, non “costituire variazione essenziale”.
Di varianti essenziali e non ti abbiamo parlato in un precedente articolo in cui abbiamo anche spiegato ed elencato i lavori che vanno in contrasto con il permesso di costruire.

Facciamo un esempio pratico. Se la modifica trasla la casa in costruzione questa modifica è una variante essenziale e non può essere richiesta, o comunque, sai già che non verrà accettata.

Pian piano stiamo cercando di fare chiarezza nel labirinto delle pratiche edilizie, grazie alle nuove pagine sulle pratiche edilizie, l’articolo recente sulla CILA
Ma c’è ancora tanto da dire, quindi, continua a seguirci.
Per non perdere nessuno dei nuovi articoli, iscriviti alla newsletter.

Se, invece, hai bisogno di un permesso di costruire contattaci o inviaci una richiesta di preventivo gratuito personalizzato compilando il form.
Se stai per iniziare un intervento (cambiare i pavimenti, abbattere un muro per unire il soggiorno e la cucina…) e non sai quali pratiche ti serve presentare
telefona o scrivici un’email, oppure fai due chiacchiere con noi in chat.

 

 

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy