Sanare gli abusi di una casa comprata all'asta - CERTO edilizia energetica

Sanare gli abusi di una casa comprata all’asta

Sanare gli abusi di una casa comprata all’asta

sanare gli abusi di una casa comprata all'asta

In un mondo, quello che di oggi, in cui le giovani coppie hanno ancora il desiderio di comprare casa, in cui ottenere un mutuo è sempre più difficile e i prezzi delle case, in vendita, a Bologna, superano del 57% la quotazione media regionale, la casa all’asta sembra una valida alternativa.
Se, aggiungiamo, che secondo le statistiche di Astasy il 91% delle case messe all’asta, nel 2017, avevano un prezzo inferiore a 250.000 euro allora comprare  una casa all’asta può, proprio, sembrare una buona idea.

7 cose che devi sapere prima di comprare una casa all’asta

Comprare una casa all’asta ha sicuramente tanti vantaggi ma, prima di farlo, fai attenzione a queste 7 cose :

  1. Puoi trovare gli annunci e fare offerte per le aste, in due modi: online sul sito del Notariato oppure sia online sia di persona.
  2. Leggere bene la perizia scritta dal perito del tribunale, ovvero farti seguire da un avvocato e farla leggere a lui
  3. Verificare che, dopo che sarà diventata tua, troverai la casa vuota. Nella perizia devono essere indicate le tempistiche entro cui chi viveva nella casa deve andare via
  4. Chiedere di poter vedere la casa in modo da farti un’idea sul contesto e da verificare quello che è stato scritto nella perizia. In questo modo eviterai eventuali problemi dopo la vendita
  5. Assicurarti di avere tutto il denaro necessario per l’acquisto. E non avessi a disposizione quella somma dovrai ottenere, per tempo, un mutuo dalla banca
  6. Solitamente il pagamento deve avvenire entro 60-90 giorni dall’aggiudicazione della casa
  7. Capire se nella perizia sono indicati degli abusi da sanare

Sanare gli abusi di una casa comprata all’asta

Se ti stai chiedendo se sanare gli abusi della casa che hai comprato all’asta sia un obbligo , la risposta è sì.
È un obbligo stabilito dall’art. 40, comma 6, della legge n. 47/1985 e confermato dalle leggi di sanatoria degli abusi edilizi: n. 724 del 1994 e la n. 326 del 2003.
Questa legge ti concede 120 giorni di tempo, da quando viene emesso il decreto di trasferimento o come affermano alcune sentenze del TAR da quando ricevi la notifica dell’avvenuto trasferimento, per poter presentare la domanda di concessione in sanatoria.

Ecco tre i casi in cui tu, che hai comprato la tua casa all’asta, devi presentare la richiesta di sanatoria :

  1. se manca il permesso di costruire
  2. se ci sono difformità rispetto al permesso di costruire
  3. se il permesso di costruire non è più valido o sta per perdere la sua validità

In tutti questi casi dovrai trovare un tecnico che elabori la richiesta di sanatoria e la presenti in Comune.
Sarai sempre tu a provvedere al pagamento di tutte le spese dovute per la richiesta e la sanzione in denaro.

E per darti un’idea di quanto costerà sappi che, a Bologna, nel caso in cui manca il permesso di costruire la sanzione parte da 8000 euro.
Ecco, perché è importante che ti fai affiancare da un avvocato e/o da un tecnico quando decidi di comprare una casa all’asta.
In questo modo puoi capire, per tempo:

  • se ci sono abusi da sanare 
  • quanto sono gravi, ovvero quanto ti costeranno 
  • avere un’idea più chiara di quanto spenderai 
  • decidere se quella casa è “un affare da non lasciarti scappare” oppure no

Se vuoi capirne di più su cos’è il permesso di costruire, sulle pratiche di sanatoria e su come vengono calcolate le sanzioni ti consigliamo di leggere questi articoli:

Permesso di costruire: come non farlo decadere

Come sanare un abuso edilizio: condono o sanatoria

Abuso edilizio: variante leggera o essenziale

Le sanzioni nel settore dell’edilizia

Hai già comprato una casa all’asta e vuoi sanarla? Contattaci via e-mail o telefono oppure compila il form in basso per un preventivo personalizzato.
Puoi contattarci anche se la casa all’asta non l’hai ancora comprata ma vuoi farti affiancare nella lettura della perizia.
Saremo felici di mettere a tua disposizione le nostre competenze con una consulenza a pagamento.

Se, invece, vuoi ricevere nella tua casella di posta, ogni giovedì, l’articolo del giorno e le novità del settore, iscriviti alla newsletter.

 

    * Campi obbligatori

    Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
    (Privacy):

    Sarah Saccullo
    Sarah Saccullo
    Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

    Comments are closed.

    Cambi casa? Scarica le domande da fare alla prima visita.
    Ci teniamo alla tua privacy.