Ecobonus: cessione del credito anche per singole case - CERTO edilizia energetica

Ecobonus: cessione del credito anche per singole case

Ecobonus: cessione del credito anche per singole case

cessione credito singole case

Aggiornato il 07/01/2020 in base alle novità previste dalla nuova Legge di Bilancio 2020

Con l’approvazione della nuova Legge di Bilancio 2019 non è più possibile richiedere la cessione del credito per singole case. Puoi richiedere la cessione del credito solo se nel tuo condominio viene fatto un importante intervento di ristrutturazione sulle parti comuni del condominio e l’importo dei lavori supera i 200.000 euro.

Proprio ieri, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello per la cessione del credito quando fai lavori di efficientamento energetico sulla tua casa. La possibilità di cedere il credito è iniziata l’anno scorso e i vari aspetti della cessione erano stati spiegati tramite le circolari 11/E e 17/E. Il credito era, però, cedibile solo quando facevi lavori su parti comuni dei condomini e solo per alcuni tipi di interventi.

La novità del recente provvedimento dell’Agenzia è proprio che la possibilità di cedere il credito anche se hai fatto lavori che hanno migliorato le prestazioni energetiche solo della tua casa.

Come cedere il credito

Per fare la richiesta di cessione del credito puoi scegliere se compilare la richiesta dalla tua area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate oppure se compilare il modulo fornito dall’Agenzia e poi inviarlo tramite la pec, ovvero posta elettronica certificata. Nel caso di lavori su un condominio sarà l’amministratore a raccogliere tutti i dati e, in particolare:

  • dati identificativi
  • il tipo di intervento, ovvero i lavori, che hai effettuato sulla tua casa
  • dati catastali dell’immobile su cui sono stati fatti i lavori
  • i dati del cessionario, specificando se si tratta di chi ha effettuato l’intervento o di altre persone/enti
  • data in cui è avvenuta la cessione

Al modulo bisogna anche allegare la copia della carta d’identità e quella del cessionario, o del suo rappresentante.

Come avrai saputo, di recente, l’ENEA ha annunciato che anche se non si fa la comunicazione dei risparmi ottenuti con i lavori di ristrutturazione o si presenta in ritardo si accede comunque alle detrazioni. Nel caso della cessione non funziona così. Se non si fa la richiesta e non la si invia per tempo non si può cedere il credito.

A chi cedere il credito

Si può scegliere se cedere tutto il credito o solo una parte e puoi cederlo a: Esco, fornitori, consorzi e società consortili. Se non ti è familiare la sigla ESCo, sappi che si tratta di Energy Saving Company, ovvero di aziende che realizzano interventi di efficientamento energetico garantendo il raggiungimento dei risultati prefissati prima di iniziare un intervento e la possibilità di finanziamento tramite terzi.

Se si cede il credito ad uno dei fornitori la cessione viene già considerata nella fattura per il pagamento del fornitore.
Il cessionario, ovvero la persona a cui hai ceduto il credito, può decidere di cederlo a qualcun altro.

Come funziona la cessione del credito

Chi ha ricevuto il tuo credito, ovvero il cessionario, dopo aver accettato il credito, può decidere se usare il credito in compensazione, attraverso le 10 quote annuali, oppure se cederlo a qualcun altro.

Nel tuo condominio state progettando di fare una ristrutturazione importante e l’importo supera i 200.000 euro? Contattaci per capire se possiamo aiutarti con la cessione del credito.
Puoi parlare con noi del tuo progetto di riqualificazione chiamando allo 0517166459 o scrivendo a info@gruppoeden.it.
Se non c’è ancora un progetto possiamo fare uno studio di fattibilità e trovare la soluzione di efficientamento energetico migliore per il tuo condominio.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle detrazioni a cui puoi accedere iscriviti alla newsletter.
Se, invece, vuoi saperne di più sulle detrazioni a cui puoi accedere leggi gli articoli in cui abbiamo approfondito l’argomento: guida al sismabonus, detrazioni per ristrutturazione, detrazioni prorogate per il 2019.

 

 

    * Campi obbligatori

    Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
    (Privacy):

    Sarah Saccullo
    Sarah Saccullo
    Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

    Comments are closed.

    Cambi casa? Scarica le domande da fare alla prima visita.
    Ci teniamo alla tua privacy.