Modulistica unificata edilizia: approvata la legge per l’Emilia Romagna - CERTO edilizia energetica

Modulistica unificata edilizia: approvata la legge per l’Emilia Romagna

Modulistica unificata edilizia: approvata la legge per l’Emilia Romagna

modulistica unificata edilizia

Il 1° Luglio entra in vigore la modulistica unificata edilizia

La legge di riordino della disciplina edilizia per l’Emilia Romagna è stata approvata in Assemblea Legislativa il 20 giugno. La legge di riferimento è la LEGGE REGIONALE N. 12 del 23 Giugno 2017, ed è stata pubblicata il 23 giugno sul BURER .

Ieri, 28 giugno, durante la seduta della Giunta regionale è stato approvato l’atto di coordinamento tecnico con cui vengono aggiornati gli atti attuativi della nuova normativa.

La legge suddetta entrerà in vigore il 1° Luglio. Da quel giorno tutti i Comuni della Regione potranno utilizzare la modulistica edilizia unificata aggiornata alle nuove previsioni normative statali e regionali.

La nuova legge va a modificare le seguenti leggi Regionali:

  • L.R. 15/2013-Semplificazione della disciplina edilizia;
  • L.R. 23/2004-Vigilanza e controllo dell’attività edilizia ed applicazione della normativa statale.

Vediamo alcune delle modifiche introdotte dalla nuova legge.

Compiti del SUE
  • Il SUE, Sportello Unico per l’Edilizia, assume un ruolo più importante. Esso, infatti, viene indicato come “unico interlocutore tra i cittadini e la pubblica amministrazione” in materia edilizia.
  • Al SUE compete anche di trasmettere CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata), SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) e altre comunicazioni e attestazioni.
  • Il SUE, inoltre può convocare la conferenza dei servizi per acquisire ogni atto di assenso necessario per realizzare l’intervento edilizio.
Agibilità

Possono essere usati immediatamente gli immobili per cui è stata presentata la segnalazione certificata di conformità edilizia e agibilità. L’uso è consentito successivamente ai controlli del SUE nel caso di interventi di : nuova costruzione, ristrutturazione urbanistica e ristrutturazione edilizia.
Per le singole unità immobiliari o porzioni dell’edificio è possibile presentare segnalazione di agibilità parziale.

Obblighi

Ai fini di perseguire l’obiettivo di uniformare la disciplina edilizia su tutto il territorio regionale come stabilito dagli accordi Statali introduce i seguenti obblighi:

  • adozione da parte dei Comuni di regolamenti comunali che riunifichino in unico provvedimento le disposizioni in campo edilizio;
  • uso di definizioni uniformi riguardo ai parametri urbanistici ed edilizi stabiliti con atto di coordinamento apposito;
  • presentazione di istanze edilizie facendo unicamente uso della modulistica edilizia unificata predisposta dalla Regione;
  • indicare le opere edilizie e individuare le categorie a cui appartengono facendo uso del glossario unico approvato.

La nuova legge stabilisce, inoltre, la data a partire dalla quale le istanze edilizie devono essere presentate unicamente per via telematica.

Presentazione di istanze edilizie al SUE
  • Al momento della presentazione il SUE rilascia o invia una ricevuta e indica i termini entro cui il silenzio dell’amministratore equivale all’accoglimento dell’istanza.
  • Se per un’attività edilizia sono necessarie più SCIA o CILA, l’interessato ne presenta una sola e poi il SUE trasmette alle amministrazioni la SCIA o CILA necessaria.
  • Il SUE si occupa anche di controllare che il progetto e l’opera sono svolte rispettando la legge.
  • Il SUE comunica l’esito positivo della conferenza di servizi e indica un termine non superiore a 70 gg in cui presentare la richiesta (SCIA, CILA…) corredata da asseverazione del professionista abilitato e degli elaborati progettuali. Dopo ciò, il SUE in 20 giorni procede al controllo della documentazione. Decorso il termine la domanda di rilascio si intende accolta.
Non più RUE ma RE!

La parola RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) viene sostituita da “Regolamento Edilizio”.

Fine e inizio lavori

Il termine di inizio e di ultimazione dei lavori possono essere prorogati, prima della scadenza, fino a un massimo di 1 e 3 anni tramite comunicazione dell’interessato e dichiarazione del progettista abilitato che attesta che che tali date non vanno in conflitto con le prevosioni urbanistiche in vigore.
Manutenzione Straordinaria

In questa categoria rientrano, d’ora in poi, anche frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari purchè non venga modificata la volumetria complessiva né la destinazione d’uso.

Aggiornamento

Leggi le altre novità introdotte dalla nuova legge regionale nel nostro nuovo post!

E’ stato interessante poter leggere le ultime novità in anteprima?
Per non perdere nessuna novità del settore dell’edilizia iscriviti alla newsletter!
Ogni settimana ti invieremo un’unica mail con tutte le novità del momento e preziosi consigli per la tua casa.

E ricorda che noi ci occupiamo di pratiche edilizie da più di 6 anni!
Dunque se non hai un tecnico di riferimento, rivolgiti a noi!
Contattaci o chiedici un preventivo gratuito.

Se non lo sai già, abbiamo anche un fornitissimo shop in cui puoi approfondire e acquistare molti dei servizi che offriamo.

 

* Campi obbligatori

Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/2003 (Privacy):

Sarah Saccullo
Sarah Saccullo
Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

Comments are closed.

Scarica la guida: Andare a rogito senza pensieri
Iscriviti alla newsletter per scaricare la guida e rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo dell'edilizia.
Rispettiamo la tua privacy: leggi la Policy