Ristrutturazioni 2019: l'Agenzia delle Entrate aggiorna la guida - CERTO edilizia energetica

Ristrutturazioni 2019: l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

Ristrutturazioni 2019: l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

ristrutturazioni 2019

Qualche giorno fa l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le guide aggiornate riguardo alle detrazioni fiscali per:

  • ristrutturazioni edilizie
  • il risparmio energetico

Guida alle detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie

La proroga

Non hai ancora iniziato la ristrutturazione? Non preoccuparti.
Con la proroga stabilita dalla Legge di Bilancio 2019 hai ancora tempo fino al 31 Dicembre 2019.
Ricorda che la spesa massima per cui puoi richiedere la detrazione IRPEF, del 50%, è di 96.000 euro.

Un altro buon motivo per non rimandare oltre l’inizio dei lavori di ristrutturazione?
Se con la prossima legge di Bilancio non ci saranno proroghe, dall’1 Gennaio 2020:

  • la detrazione scenderà drasticamente dal 50 al 36%
  • la spesa massima passerà da 96.000 euro a soli 48.000 euro

Gli interventi che ti permettono di accedere alle detrazioni, oltre alla ristrutturazione, sono : manutenzione straordinaria e restauro e risanamento conservativo.

Chi può accedere alle detrazioni?

Dal 2018 accedono alle detrazioni non soltanto i proprietari o i locatari ma anche le seguenti categorie che prima erano tenute fuori:

  • un familiare che convive con il proprietario o locatario. In particolare, oltre al coniuge, possono accedere alle detrazioni anche eventuali parenti, fino al 3° grado e affini fino al 2° grado.
  • il/la compagno/a, ovvero il coniuge in seguito ad unione civile
  • chi fa parte di una coppia di fatto

Lo sai che se acquisti una casa su cui sono stati fatti dei lavori di ristrutturazione potresti aver diritto alle detrazioni?
Ne hai diritto se il compromesso è stato stipulato prima della dichiarazione dei redditi in cui segnalare la dichiarazione e se hai eseguito gli interventi di tasca tua.

La comunicazione all’ENEA

Dal 2018, inoltre, la comunicazione all’ENEA è diventata obbligatoria anche per le ristrutturazioni.
Prima era un obbligo trasmetterla solo in casi di interventi di efficientamento come, ad esempio, il cambio della caldaia o un intervento di isolamento delle pareti.

Detrazioni fiscali per il risparmio energetico

Un’altra guida che l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato da poco è riguarda le riqualificazioni energetiche.
In questo caso la maggior parte degli interventi permette di accedere a detrazioni del 65%.
Anche questo tipo di detrazioni fiscali è stato prorogato fino al 31 Dicembre 2019.

Fanno eccezione, dando diritto ad una detrazione del 50%, l’acquisto e la posa in opera di:

  • finestre, inclusi infissi e schermature solari
  • impianti di climatizzazione invernale, sia quelli i cui impianti sono dotati di caldaie a condensazione di classe A, sia quelli con generatori alimentati da biomasse

Tra le novità c’è stata, invece, l’introduzione della detrazione del 65% per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori.

Per quanto riguarda la sostituzione della classica caldaia a gas con quella a condensazione tieni conto che per usufruire della detrazione del 65% non basta che la nuova caldaia, a condensazione, sia di classe A. È necessario che sia anche dotata dei cosiddetti sistemi di termoregolazione evoluti come, ad esempio, il termostato ambientale modulante elettronico.

Questo tipo di termostato permette di monitorare le condizioni ambientali. Tenendo sotto controllo i parametri  può ridurre o aumentare la potenza della caldaia in base alle necessità rilevate.
Di conseguenza  dà la possibilità di mantenere basse la temperatura di mandata e la temperatura di ritorno. Il risultato finale? Un risparmio importante sulla bolletta.

Condomini

Nel caso di condomini, le detrazioni fiscali possono arrivare fino al 75%, sono prorogate fino al 31 Dicembre 2021 e possono aumentare se sono previsti anche interventi per ridurre il rischio sismico. Un’altra novità recente è la possibilità di cedere il credito.

Se hai bisogno di una mano con la comunicazione all’ENEA per le detrazioni del 50% o di elaborare la pratica per accedere alle detrazioni del 65% contattaci.
Sigle come COP non ti faranno più andare nel panico. Ci penseremo noi e sarai sicuro di ricevere la detrazione che ti spetta.
Prima di inviare la pratica, infatti, verificheremo che accederai davvero alle detrazioni.

Ci occupiamo di pratiche di detrazione da oltre 8 anni. Chiamaci, scrivici un’e-mail o richiedi un preventivo tramite il form in basso.
Se sia già di cosa si tratta puoi acquistare il servizio nel nostro negozio online.

Se non vuoi perderti nessuna novità sulle detrazioni fiscali iscriviti alla newsletter.

    * Campi obbligatori

    Consenso per il trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”)
    (Privacy):

    Sarah Saccullo
    Sarah Saccullo
    Con un bagaglio di cultura edile in testa racconto l’edilizia come farebbe un amico che cerca di dare un buon consiglio. Curiosa per natura e, inevitabilmente, attratta dalle novità. Progetto strategie di marketing, pianifico come metterle in pratica e racconto le aziende nei testi dei loro siti.Le mie passioni sono: l’architettura, l’arte e la bakery.

    Comments are closed.

    Cambi casa? Scarica le domande da fare alla prima visita.
    Ci teniamo alla tua privacy.